[df-subtitle]La Serie B non si fa mancare mai nulla e anche in questo turno di partite riesce a creare polemiche e caos imbarazzanti. [/df-subtitle]

Vediamo in dettaglio cosa è accaduto nelle partite del sabato della seconda giornata di serie B 2018/19:

Carpi-Cittadella 0-1
Un gol a 10′ dalla fine di Proia regala 3 punti e la vittoria esterna ad un grande Cittadella che si issa dopo due turni in cima alla classifica della serie B, facendo sognare i propri tifosi. Classe ’96, ex Bassano al suo primo gol nella serie dei Cadetti, Proia lancia in vetta la squadra di Venturato, che dunque si candida dopo 180′ ad un posto per i play off nella speranza di bissare i risultati dello scorso anno. Delude ancora una volta invece il Carpi che resta fanalino di coda con 0 punti.

Cosenza-Verona rinv.
Caos Cosenza dicevamo perché quello che accade ha del grottesco, un caso tutto all’italiana. A Cosenza non si gioca, ma lo si decide a pochi minuti dal via, dopo che migliaia di tifosi sono assiepati fuori dallo stadio e 140 tifosi ospiti sono arrivati da Verona. Nel segno della confusione l’arbitro decide che non si può giocare perché il terreno – nonostante i 2 mesi e mezzo di tempo avuti per rizollare il campo – è un disastro totale, alcune zone sono ancora impraticabili. L’ordine della Lega Serie B per rimettere a posto il terreno è arrivato mesi fa, sono mancate le comunicazioni tra comune (proprietaria dello stadio) e Cosenza Calcio. Si è deciso di non giocare la prima in campo neutro (perché) convinti che ieri si sarebbe potuti scendere in campo. Si è scesi in campo, è vero, ma era un campo arato pronto per la semina. A rimetterci come sempre i tifosi, mentre ora si attende il verdetto che potrebbe dare anche una sconfitta a tavolino per 0-3.

Padova-Venezia 1-0
Torniamo al calcio giocato. Sfida frizzante a Padova e in gol va ancora il difensore in prestito dal Sassuolo Ravanelli già decisivo con una sua marcatura contro il Verona nell’altro derby. Stavolta il suo è un gol pesantissimo perché regala i 3 punti e la vittoria nel derby ai padroni di casa e la prima sconfitta stagionale a una delle candidate alla promozione: il Venezia di Vecchi. Il Padova ora insegue in solitaria, in attesa delle partite di oggi, i cugini del Cittadella.

Spezia-Brescia 3-2
Altra sfida importante ai fini dei giochi per i play-off (siamo ancora alla seconda giornata è vero, ma con 3 squadre in meno il campionato per forza di cose durerà di meno) quella tra Spezia e Brescia. Decisivo  qui un vero figlio d’arte e non solo omonimo (come nel caso di Ravanelli), quel Nicholas Pierini anche lui in prestito dal Sassuolo che firma la sua prima doppietta in carriera. I due gol del classe ’98 non bastano ai padroni di casa per far fuori un Brescia dove Suazo ora rischia davvero la panchina dato che la squadra è stata costruita per lottare per i play off, ma è servito un gol di Gyasi al 74′ per chiudere definitivamente l’incontro sul 3-2. Di Donnarumma e Morosini i due gol del Brescia.

Articolo precedenteParma-Juventus: le parole degli allenatori
Articolo successivoDall’Inghilterra insistono: “Pogba vuole tornare alla Juventus”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui