[df-subtitle]Il tecnico del Milan è soddisfatto: “Abbiamo dimostrato grande mentalità, altrimenti una partita così non la rimonti”[/df-subtitle]

Il Milan rialza la testa battendo per 3-2 la Sampdoria al termine di una partita bellissima e combattuta per tutti i 90 minuti. Gattuso può respirare e preparare la partita di mercoledì contro il Genoa con più tranquillità.

Intervenuto nel post partita ai microfoni di Sky Sport, il tecnico del Milan ha fatto i complimenti ai suoi giocatori e agli avversari, scusandosi per l’arrabbiatura a fine partita: “Chiedo scusa a Pasqua perché ho sbagliato io, Maresca poi mi ha spiegato che ha dato 30” in più per la perdita di tempo di Romagnoli, ma non lo sapevo e chiedo scusa. La tensione è normale, faccio l’allenatore e vivo di risultati e quando perdi due partite come quelle che abbiamo perso noi la tensione ci sta. Ringrazio la squadra e la società per l’appoggio e l’aiuto che mi hanno dato. Oggi avevo chiesto di vedere 23 leoni e abbiamo abbinato rabbia e qualità contro una grandissima squadra che aveva subito solo 4 gol. Ci hanno messo in grande difficoltà. E’ stata una bellissima partita. Noi dobbiamo lavorare e migliorare in continuazione, la società non ci fa mai mancare nulla. Adesso non posso dire niente a questi ragazzi. Mi avete chiesto se ero deluso ma questi ragazzi danno sempre l’anima, a volte le prestazioni non vengono ma non ribalti un risultato come abbiamo fatto noi contro una grande Sampdoria se non hai mentalità. Loro sono organizzati, allenati da un grande allenatore, un maestro e noi siamo stati bravi e la squadra mi è piaciuta molto: sono soddisfatto”.

Sui cambiamenti tattici e sugli infortunati ha poi aggiunto: “Oggi abbiamo fatto il 4-4-2 ma Suso e Laxalt a volte giocavano da mezz’ali, abbiamo messo in campo la miglior squadra possibile. Ieri è stata una giornata nera perché abbiamo perso Bonaventura, devo ringraziare Kessiè e tutti gli altri giocatori che stanno giocando con dei problemi perché danno sempre grande disponibilità. Caldara? L’abbiamo perso almeno per un paio di mesi, ha un problema al gemello mediale. E’ una stagione maledetta per lui e ci dispiace molto. Anche Bonaventura ha un’infiammazione al ginocchio e ieri non è riuscito ad allenarsi, è da tempo che stringe i denti. Adesso vediamo anche come sta Calhanoglu che ci ha dato anche lui grande disponibilità e va ringraziato. E’ un periodo un po’ così ma dobbiamo andare avanti, una squadra competitiva la metteremo sempre in campo”.

Articolo precedentePremier League: United e Chelsea tornano alla vittoria, pari per l’Arsenal
Articolo successivoSerie A, Milan – Sampdoria 3-2, Giampaolo: “Male in fase di non possesso. Queste partite non vanno perse”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui