Serie A il punto: vincono le prime quattro, cade la Roma, Spal e Udinese sempre più giù

Serie A il punto: vincono le prime quattro, cade la Roma, Spal e Udinese sempre più giù

Ventottesima giornata di Serie A: vincono Juventus, Lazio, Inter e Atalanta. Napoli in grande spolvero, il Milan batte la Roma e sogna l’Europa League. In coda: Udinese sempre più in crisi, come Sampdoria e Spal. Perde anche il Lecce, mentre Brescia e Genoa non si fanno male.

Serie A il punto: Sfida scudetto e Champions League

La Juventus sbriga la pratica Lecce come un buon burocrate: soffre inizialmente poi dilaga. La buona notizia è l’aver ritrovato il gol di Gonzalo Higuain giocatore che diventerà fondamentale fino a fine stagione. Da segnalare altra buona prova di de Ligt suggellata anche da un gol.

La Lazio risponde il giorno dopo e accorcia nuovamente riportandosi a -4 dai campioni d’Italia; fino alla fine del campionato la squadra di Inzaghi, trascinata ancora da Immobile, vuole dire la propria per la conquista dello scudetto. Il tutto culminerà il 20 luglio con lo scontro diretto in programma a Torino. Intanto prosegue pure la sfida tra bomber: il conto resta 27 a 23 per Immobile nei confronti di Ronaldo.

Inter e Atalanta congelano il terzo e il quarto posto. La squadra di Conte soffre, ma rimonta grazie a due difensori, De Vrij e Bastoni, che ribaltano il Parma nei minuti finali: ecco servita la forza del collettivo su cui spesso fa leva il mister salentino.

L’Atalanta di Gasperini, invece, dà spettacolo a Udine e trascinata dai gol colombiani (Zapata e doppietta di Muriel) resiste alla rimonta dei friulani. Con 57 punti ora l’Atalanta sale a +9 dal quinto posto.

Serie A il punto: Europa League. Sconfitta Roma, vincono Napoli e Milan, Verona che succede?

Il Napoli prosegue nel gran momento battendo 3-1 in casa la Spal. La vittoria in Coppa Italia ha sbloccato gli uomini di Gattuso sotto tanti punti di vista e avere il posto assicurato in Europa League sta anche dando la giusta dose di tranquillità ai partenopei. Certo questo stato di forma meriterebbe di sfociare in una clamorosa rimonta Champions League, il problema del Napoli è che le prime quattro al momento non rallentano e il distacco dall’Atalanta resta di 12 punti a 10 giornate dal termine. Appare un’impresa impossibile.

Uno dei pochi scontri diretti in programma in questo turno vedeva di fronte Milan e Roma. Il Milan senza Pioli regala tre punti importanti ai suoi tifosi che permettono di allungare (+3) in classifica su Parma e Verona: il Parma, sconfitto in casa dall’Inter resta a 39 punti e viene raggiunto da un Verona in netto calo e fermato sul 3-3 dal Sassuolo.

La Roma, però, nonostante la sconfitta, resta in piena corsa per il quinto posto dall’alto del suo +9  rispetto all’ottavo posto.

Le vittorie di un Cagliari di nuovo in splendida forma come a inizio campionato, e del Bologna, rilanciano le squadre di Zenga a Mihajlovic che rispettivamente a 38 e 37 punti, oltre a cavarsi fuori dai guai retrocessione, spingono per sognare un difficile posto in Europa League. Non tanto per i punti (distano 4 e 5 punti dal Milan), quanto per le tante squadre coinvolte.

Alle loro spalle, a 34 punti, c’è forse l’unica squadra che al momento, guardando la classifica, il Sassuolo non sembra avere alcun obiettivo. Il punto conquistato in casa col Verona è oro per la tranquilla salvezza, ma serve a poco per sognare l’Europa. Un altro campionato né carne né pesce in arrivo per una squadra che qualche anno fa sognava di diventare grande?

Serie A il punto – Zona retrocessione: tante squadre coinvolte, occhio alle sorprese

E come ogni finale di stagione che si rispetti il dramma vero arriva dalla zona retrocessione. La sottile linea rossa tra inferno e paradiso sulla quale quest’anno camminano davvero tante squadre. E l’anomalia di una stagione così potrebbe dare grosse sorprese e grosse delusioni anche a squadre blasonate e ricche di tradizione.

È il caso di Torino e Fiorentina, appaiate a quota 31 e con soli 6 punti di margine sulla terz’ultima. Nella giornata appena trascorsa, poi, il Torino continua ad annaspare in difesa (quattro reti subite e Cagliari), mentre la Fiorentina esce da Roma (casa Lazio) con zero punti. E nei prossimi giorni il Torino ospiterà proprio la Lazio, mentre la Fiorentina giocherà con il Sassuolo. Obbligate, entrambe le squadre che giocano in casa, a conquistare i tre punti per non essere definitivamente risucchiate in una zona retrocessione che quest’anno sembra abbia alzato l’asticella della competitività.

Alle loro spalle segue l’Udinese a quota 28 e ferma ancora a zero punti dalla ripresa dopo lo stop dovuto alla pandemia. Si poteva chiedere poco alla partita contro l’Atalanta, quest’anno a tutti gli effetti una big europea, ma di certo la squadra di Gotti non può pensare alle altre e deve riuscire a ritrovare fiducia e soprattutto punti. E giovedì sera all’Olimpico contro la Roma, le cose potrebbero andare ancora molto male.

Sampdoria – sconfitta in casa dal Bologna – e Genoa – bloccata sul 2-2 – a Brescia sono appaiate a 26 punti e il rischio di vedere almeno una genovese in B resta concreto. Oltretutto il prossimo turno vedrà i rossoblu in casa con la Juventus, squadra contro la quale spesso il Genoa riesce a trovare motivazioni superiori e risultati clamorosi, mentre la Sampdoria se la vedrà in un crocevia fondamentale a Lecce, contro la squadra che a 25 punti, occupa attualmente il terz’ultimo posto. Chi vince potrebbe affossare definitivamente l’avversaria.

Chiudono a braccetto, a quota 18, Brescia  e Spal. Se la matematica non li condanna, la logica appare differente. La Spal soprattutto sembra una squadra condannata alla retrocessione: entrambe le squadre nel prossimo turno sfideranno le big milanesi. Nel prossimo turno, infatti, la Spal ospiterà un Milan in forma. Il Brescia, che conquista qualche punticino qua e là ma non basta, contro l’Inter a San Siro nel prossimo turno va incontro ad un’impresa che appare impossibile.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/europac3/public_html/wp-content/themes/trendyblog-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply