Nel posticipo del lunedì che conclude la trentunesima giornata di Serie A, il Bologna a caccia di punti salvezza fondamentali ospita il Chievo Verona ultimo in classifica del mister Di Carlo che a questo punto della stagione guarda anche il futuro, schierando titolare il 19enne Vignato.
Dopo un buon avvio del Chievo, i padroni di casa passano in vantaggio al 9′ con Orsolini ma il gol viene annullato per fuorigioco.
I veneti si fanno vedere al 27′ con un tiro di Stepinski dalla distanza parato da Skorupski  ma le due opportunità principali sono per Rodrigo Palacio, bravo Sorrentino in entrambe le circostanze.
Nella ripresa, ancora l’argentino trova il portiere ospite sulla sua strada, mentre il Chievo a mezz’ora al termine sfiora il gol con Bani. L’equilibrio viene interrotto al 65′ con un calcio di rigore trasformato da Pulgar: lo stesso giocatore si ripete pochi minuti dopo cambiando angolo su un nuovo rigore, esito finale lo stesso per il 2-0 che chiude la gara. Prima della fine, c’è tempo per la terza rete firmata Diijks.
Bologna che riemerge e si porta due punti sopra l’Empoli, i gialloblù tornano a casa con un’altra sconfitta.
Bologna: Skorupski; Mbaye, Danilo, Lyanco (85′ Gonzalez), Dijks (90′ Calabresi); Dzemaili, Pulgar; Orsolini, Soriano, Sansone; Palacio
Allenatore: Sinisa Mihajlovic
ChievoVerona: Sorrentino; Depaoli (73′ Pucciarelli), Bani, Andreolli, Barba; Dioussè, Rigoni, Leris, Vignato (80′ Cesar), Kiyine (69′ Giaccherini); Stepinski
Allenatore: Domenico Di Carlo
Ammoniti: Andreolli, Leris, Depaoli, Dioussè, Stepinski (CHI), Lyanco (BOL)
Espulso: Bani (doppia ammonizione)
Arbitro: Luca Pairetto di Nichelino
Articolo precedenteBarcellona, occhi sul giovane Reis
Articolo successivoGenoa, Radu: “Uniti e carichi per il derby”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui