[df-subtitle]La doppietta dell’ex di turno regala il successo agli uomini di Semplici[/df-subtitle]La Spal inaugura nel migliore dei modi il nuovo “Paolo Mazza” battendo l’Atalanta con un netto 2-0 nel segno del grande ex Andrea Petagna.

Gasperini a sorpresa sceglie Rigoni a discapito di Pasalic e lo piazza nel tridente con Gomez e Zapata. Nessuna sorpresa nel 3-5-2 di Semplici che si affida ad Antenucci e Petagna per far male ai nerazzurri.

[df-subtitle]La partita[/df-subtitle]

La prima occasione del match è dei nerazzurri, che al 6’ ci provano con un bel colpo di testa di Zapata fuori di poco. Risponde la Spal al 14’ con il tentativo dalla distanza di capitan Antenucci, sfera sul fondo.

Col passare dei minuti i padroni di casa si fanno preferire ai più quotati avversari e non a caso al 22’ costruiscono la più nitida occasione della prima frazione; azione corale degli spallini, cross dalla destra di Lazzari, sponda di Missiroli per Petagna che dal cuore dell’area di rigore apre il sinistro ma trova l’ottima respinta di Gollini che gli nega il gol dell’ex.

Al 38’ Gasperini prova a dare una scossa ai suoi tirando fuori dal campo un deludente Rigoni per il ritrovato Ilicic. La bocciatura dell’ex Zenit è l’ultima cosa da segnalare di un primo tempo che si conclude senza reti.

Parte forte la Spal ad inizio ripresa e dopo 5 minuti ecco il vantaggio; dagli sviluppi di un calcio piazzato Felipe di testa chiama al gran riflesso Gollini, ma sulla respinta il più lesto è Petagna che insacca il suo primo gol stagionale proprio contro la sua ex squadra.

Gasperini è furibondo, e fa bene ad esserlo. L’Atalanta sembra essere stordita e allora la Spal assesta il colpo da KO; è il 56’ quando lo scatenato Petagna di sinistro trova la doppietta personale, complice una deviazione di Toloi che mette fuori causa Gollini.

Il Paolo Mazza è una bolgia, mentre gli ospiti cercano timidamente di rientrare in partita con un destro dai 20 metri di Gomez bloccato però da Gomis. L’ultimo a provarci è Ilicic al minuto 92′ su punizione, ma il suo mancino termina di poco alla sinistra della porta difesa da Gomis.

Finisce cosi, con la Spal che vola a 9 punti ed aggancia il Napoli in seconda posizione. Male l’Atalanta, lontana parente di quella ammirata nelle ultime due stagioni.

[df-subtitle]Il tabellino[/df-subtitle]

Primo tempo: 0-0

Spal (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari (33′ s.t. Djourou), Felipe; Lazzari (41′ s.t. Simic), Kurtic, Schiattarella, Missiroli (27′ s.t. Everton Luiz), Fares; Petagna, Antenucci. All. Semplici.

Atalanta (3-4-3): Gollini; Toloi, Palomino, Masiello; Castagne, de Roon (30′ s.t. Pasalic), Freuler, Gosens; Rigoni (38′ p.t. Rigoni), Zapata, Gomez (33′ s.t. Barrow). All. Gasperini.

Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia

Marcatori: 5′ s.t. Petagna (S), 11′ s.t. Petagna (S)

Ammoniti: 6′ p.t. Freuler (A), 36′ p.t. Rigoni (A), 40′ p.t. Petagna (S), 15′ s.t. Felipe (S), 19′ s.t. de Roon (A), 49′ s.t. Everton Luiz (S), 49′ s.t. Ilicic (A)

 

 

Articolo precedenteNapoli, De Laurentiis sul caro biglietti: ”Stipendi aumentati di 33 milioni, ci sono costi da coprire”
Articolo successivoGenoa, Favilli: “Milito? Lo ammiravo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui