Attraverso un comunicato ufficiale, il Siviglia ha reso nota la separazione con Sergio Ramos: stavolta, è un addio definitivo

La prima volta, nel corso della stagione 2005/2006, si era trattato di un semplice “arrivederci“. Ora, almeno per ciò che concerne la carriera da calciatore di Sergio Ramos, quello al Siviglia è un vero e proprio addio. Attraverso un comunicato ufficiale apparso sul sito del club, gli andalusi hanno reso nota la separazione consensuale con il centrale difensivo classe 1986. Il futuro dell’ex Real Madrid potrebbe riportarlo al fianco di Lionel Messi, in America, per un secondo idillio dopo quello già avvenuto al Paris Saint Germain. Sergio Ramos si è reso protagonista di un’ottima stagione al Siviglia, costellata da sette reti in trentasette presenze e offrendo ampie garanzie in merito alla propria tenuta fisica. All’età di trentotto anni e dopo un’intera carriera vissuta in Europa, per l’ex storico centrale del Real Madrid sarebbe giunto il momento di tentare un’esperienza dall’altra parte del mondo, alla scoperta dell’America, appunto.

Sergio Ramos, ufficiale il secondo addio al Siviglia: il comunicato del club

Di seguito, il comunicato con il quale il Siviglia ha congedato il difensore iberico: “Sergio Ramos ha informato il Siviglia FC che non continuerà a lavorare nel club di Nervión nella prossima stagione, dopo aver realizzato il suo sogno di tornare nel club in cui si è sviluppato come giocatore e ha raggiunto lo status di senior international. Sergio Ramos ha collezionato 37 presenze nella stagione 23/24, per un totale di 3.301 minuti e 7 gol.

Il Sevilla FC ringrazia Sergio Ramos per il suo impegno, la sua leadership e la sua dedizione durante questa stagione e gli augura le migliori fortune per la sua prossima sfida professionale. Sergio Ramos si congederà pubblicamente questo martedì alle 11.00 nella sala stampa del Ramón Sánchez-Pizjuán, accompagnato dal presidente José María del Nido Carrasco”.

 

Articolo precedenteNuovo allenatore Empoli: D’Aversa outsider a sorpresa per il post Nicola
Articolo successivoJuventus, attesa per il futuro di Chiesa: rinviato l’incontro con l’agente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui