SCHICK LIPSIA – Intervistato dal quotidiano ceco “Denik“, Patrik Schick – da quest’estate in prestito al Lipsia, che lo ha ingaggiato dalla Roma – analizza le differenze tra Serie A e Bundesliga.

Queste le sue parole: “Qui in Germania sono sempre di buon umore. Non succede mai che fischino la squadra, anche non giochiamo bene, e creano un’atmosfera fantastica alla Red Bull Arena. Ma è difficile fare un paragone con l’Italia: anche lì sostengono i propri beniamini, la differenza è che qui gli stadi sono sempre pieni… Naturalmente quando giochiamo fuori casa ci sono fischi e mormorii, ma questo succede a tutti.

Il calcio italiano e quello tedesco non sono diversi. In tutto il mondo molto dipende dall’allenatore. In questo momento mi sento bene con il sistema che usiamo qui a Lipsia. Ma sono sicuro di poter giocare con altri moduli e altri stili di gioco. Nagelsmann ci dà molti consigli e informazioni, dobbiamo pensare e agire velocemente e questo mi aiuta a migliorare sempre. Soprattutto sulla posizione da avere in campo per segnare di più“.

SCHICK LIPSIA – Prosegue: “Sono stato molto contento di come mi hanno accolto, mi hanno fatto sentire subito bene. La squadra è giovane e abbiamo tutti obiettivi simili. Qui posso concentrarmi completamente sul calcio e non devo preoccuparmi di altro. Mi aiutano con l’inglese, ma col tedesco combatto abbastanza bene e lo capisco sempre di più. Ma gli aspetti tattici me li comunicano in inglese“.

Articolo precedenteFiorentina Dragowski: “So come Ronaldo tira i rigori, sogno di vincere a Torino”
Articolo successivoGenoa Criscito: “Da capitano non ho mai pensato di andare via”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui