Paolo Scaroni, Presidente del Milan, ha rilasciato un’intervista fiume in cui ha trattato diversi temi: ecco le sue parole

Certo, siamo tutti rammaricati per la partita di ieri, ma cosa possiamo farci? Lo sport è anche questo. Di certo, parlando con il Mister e gli altri componenti della rosa, c’è che il Milan non si darà mai per vinto. Siamo fiduciosi di poter recuperare lo svantaggio e ce la metteremo tutta”. Paolo Scaroni, Presidente del Milan, prova a ricaricare le pile del Diavolo dopo la cocente sconfitta subita nella stracittadina europea.

Intervenuto ai margini dell’evento de Il Foglio Sportivo 2023, Scaroni ha incoronato il Napoli Campione d’Italia e trattato l’annoso tema riguardante il nuovo stadio di Milano. “Ci tengo a ribadire i miei più sentiti complimenti a De Laurentiis: calcio giocato e risultati economici viaggiano in parallelo nel calcio di oggi ed è riuscito a creare un gruppo vincente con i conti in ordine. Un altro modo per raggiungere determinati livelli sportivi non può non prescindere dalla costruzione di un nuovo stadio. A Milano, ci stiamo provando da anni, ma è ancora tutto in divenire. Monitoriamo altre due opzioni fuori dalla città e prevediamo di poter decidere entro fine estate. Solo ieri, gli incassi hanno generato un record di dieci milioni di euro; col nuovo impianto, potremmo ospitare aziende in grado di spendere cinquemila euro a biglietto”.

Scaroni: “Non è finita con l’Inter. Su Leao, lo stadio e il Napoli…”

Scaroni ha poi concluso il proprio intervento parlando di alcuni elementi della rosa del Milan, tra cui il futuro di Ibrahimovic e Leao. In particolare, il portoghese, sarebbe ad un passo dal rinnovare il proprio patto col Diavolo dopo l’accordo verbale formalizzato tra gli agenti e la dirigenza rossonera. Notizia, quest’ultima, attendibile, soprattutto perché non prontamente smentita dal Presidente rossonero: “Per Leao, dovreste chiedere a Furlani. In ogni caso, ha un volto molto rilassato e sorridente riguardo la questione: dunque, siamo fiduciosi. Per quanto riguarda Ibrahimovic, invece, dipende solamente dalla sua volontà. Io penso possa anche continuare con il Milan, perché lo vedo coinvolto al 100% nel progetto e segue le gare con una passione fervente. Se sta bene e se la sente di continuare, le porte sono sempre aperte”. 

 

Articolo precedenteInfortunio Bennacer, che problema per il Milan: il comunicato
Articolo successivoInter, Marotta: “Inzaghi? Bravo, con un neo…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui