Attraverso una nota ufficiale apparsa pochi minuti fa sul sito del club, il Sassuolo ha annunciato l’esonero di Dionisi: ecco Bigica

La notizia era nell’aria già da ieri, quando la sconfitta subita in casa contro l’ex squadra, l’Empoli, in una sfida chiave in ottica salvezza, ha sortito una sentenza per Alessio Dionisi e il proprio staff tecnico. Il Sassuolo, infatti, attraverso una nota ufficiale apparsa pochi minuti fa sul proprio, ha sollevato dall’incarico il tecnico dopo una stagione condotta nettamente al di sotto delle aspettative. Contestualmente, la società neroverde ha affidato la guida tecnico della squadra, almeno “momentaneamente”, a Emiliano Bigica, ex centrocampista con un passato anche a Napoli prima di una rottura del crociato che ne compromise un’intera carriera.

Ecco, di seguito, l’annuncio del club neroverde: “L’US Sassuolo Calcio comunica di aver sollevato il Sig. Alessio Dionisi dall’incarico di Responsabile Tecnico della Prima Squadra. La Società ringrazia il tecnico e il suo staff per l’impegno profuso e la serietà dimostrata alla guida dei neroverdi e augura a lui e ai suoi collaboratori le migliori fortune per il futuro. La guida della prima squadra viene affidata momentaneamente al tecnico della Primavera Emiliano Bigica”.

Emiliano Bigica, una vita da mediano

Centrocampista di rottura e speranza del calcio italiano in Under 21, capitano della selezione allenata da Cesare Maldini agli Europei di categoria vinti nel 1994 in cui militavano Cannavaro, Vieri, Toldo, Panucci e Inzaghi, Bigica ha dedicato il resto della propria carriera calcistica alla panchina, con esperienze più che formative vissute a Novara e Firenze, tra le altre. In particolare, alla guida delle giovanili della Fiorentina, Bigica ha avuto il grande merito di lanciare Dusan Vlahovic, attuale bomber della Juventus.
Dal 2020, l’avventura in Emilia culminata con la promozione in Prima Squadra, nel tentativo di risollevare le sorti di un collettivo che naviga pericolosamente nei bassifondi della classifica. Bigica, si è sempre contraddistinto per le proprie doti di leadership, probabilmente ciò che serve a questo Sassuolo già da mercoledì, quando al Mapei Stadium arriva un Napoli ferito dal pareggio in extremis di Luvumbo del Cagliari.
Articolo precedenteEsonero Dionisi, ufficiale: squadra a Bigica
Articolo successivoJuventus, bivio Chiesa: probabile addio a giugno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui