Sassuolo, parla Dionisi – Alessio Dionisi, nuovo tecnico del Sassuolo, è stato premiato a Siena con il prestigioso premio della Briglia d’oro. In occasione della premiazione, l’ allenatore toscano ha parlato del club neroverde e, in particolare, di due giocatori, Raspadori e Scamacca.

Queste le sue dichiarazioni: 

Questa è una grande soddisfazione, due anni fa ero dall’altra parte e deve essere uno stimolo per tutti. Non lo avrei mai detto di arrivare dove sono, spero di rimanerci il più possibile.

Fino a che punto è soddisfatto del Sassuolo?
“Fino alla dodicesima giornata. Poi alla tredicesima spero di essere più soddisfatto. Siamo a buon punto ma dobbiamo migliorare sotto tanti punti di vista. Possiamo essere più squadra”.

Qual è la soddisfazione di allenare un giocatore come Frattesi?
“Provo soddisfazione ad allenare tanti giocatori. Davide era sconosciuto ai tanti in Serie A, ora deve continuare a dimostrare. È difficile confermarsi ed è presto per dare sentenze”.

Il mercato di gennaio è una preoccupazione?
“No, io adesso penso alla prossima giornata di campionato, a prepararla al meglio e al ritorno dei campionati. Il mercato è per i giornalisti e per i dirigenti. Non so se potremo perdere dei big, spero di no ma se la società, insieme all’allenatore, dovesse decidere di cedere un calciatore ne arriverebbe certamente uno altrettanto bravo”.

Che valutazione fa su Raspadori?
“Chi ha scritto che si lamenta per aver giocato poco lo ha fatto per vendere i giornali. Avesse chiesto a me o a Giacomo sarebbe stato smentito. Realmente non c’è niente di vero. Se è sereno chiedetelo a lui, io vi dico di sì. È bravo e ha il futuro nelle sue mani. Se parlate di lui è peggio per il Sassuolo e per il ragazzo, un classe 2000 che deve stare tranquillo”.

Sassuolo, parla Dionisi – A che punto è la maturazione di Scamacca?

“È a un buon grado di maturazione visto che è in Nazionale. Ha un potenziale e ancora non lo ha espresso del tutto. Deve continuare a lavorare per migliorare ancora”.

Articolo precedenteTreviso, l’ex Morbioli: “Se domenica segno, non esulterò. Un dispiacere lasciare i biancocelesti, ma…” – ESCLUSIVA EC
Articolo successivoPaqueta sul Milan: “mi ha reso un giocatore più forte e una persona…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui