spot_img
HomeSerieAJuventusSassuolo-Juventus 4-2: ottovolante continuo al Mapei Stadium

Sassuolo-Juventus 4-2: ottovolante continuo al Mapei Stadium

dall'inviato Anthony Ferrara

-

Sassuolo-Juventus 4-2, partita avvincente al Mapei Stadium: la spuntano i neroverdi con la complicità della retroguardia bianconera

Aperitivo indigesto per la Vecchia Signora a Reggio Emilia: il Sassuolo punisce la Juventus con quattro gol in una partita scoppiettante e spettacolare, intrisa di belle giocate e, soprattutto, di errori madornali. Per riassumere la serata tutt’altro che esaltante della retroguardia bianconera, è sufficiente partire dalla fine: Szczesny rimette velocemente una punizione sul destro di Gatti, incaricato di far ripartire velocemente l’azione. Quest’ultimo, incredibilmente, sbaglia il retro passaggio per il proprio portiere, il quale assiste inerme al pallone infilarsi in fondo al sacco. È l’epilogo amaro di un match in cui la Juventus ha trovato la forza per recuperare due volte lo svantaggio, forse unica nota dolce di una serata dal sapore acre.

Il carattere di una squadra che non ha mollato fino all’ultimo si è identificato nello sguardo e nell’esultanza di Federico Chiesa per il momentaneo 2-2, con il numero 7 che sta definitivamente prendendo per mano una squadra il cui gioco si intravede tra molte zona d’ombra. Discrete anche alcune fasi della prima frazione della squadra di Allegri, chiuso comunque sul 2-1 per i neroverdi con il gol bianconero segnato da McKennie e il nuovo vantaggio firmato Berardi.

Sassuolo-Juventus 4-2: ottovolante continuo al Mapei Stadium

Al contrario, Dionisi ritrova il “suo” Sassuolo, ossia quello in grado di giocarsela ad armi pari e a viso aperto con le mine vaganti rappresentate da un attacco tornato formato “maxi”, complice il completo recupero del proprio numero 10, leader tecnico e carismatico della rosa, che la Juventus l’ha sfiorata in estate e l’ha punita questa sera.

Da sottolineare, inoltre, la buona prestazione di Laurientè, che ha messo la propria firma sulla rete del momentaneo 1-0 sulla prima frittata di Szczesny e ha contribuito al secondo errore di serata del portiere polacco con il tiro respinto poi sulla testa di Pinamonti per il 3-2.

È stato un Sassuolo cinico e letale soprattutto in fase offensiva, quadrato e ordinato in quella difensiva, con un 4–1-4-1 a schermare il folto centrocampo bianconero, incapace di portare inserimenti dei vari Rabiot, Miretti, prima, Fagioli, poi, inglobati nel traffico attuato dai neroverdi nella zona nevralgica del campo. Degna di nota, infatti, la linea di pressione con la quale Henrique anticipa un’errata uscita palla dei bianconeri in fase di impostazione, elude Rabiot e allarga per Berardi, il quale trafigge Szczesny sul palo lontano. Segno inequivocabile del fatto che, al Mapei Stadium, qualunque compagine potrebbe incontrare ostacoli durissimi da superare.

Sassuolo-Juventus 4-2: ottovolante continuo al Mapei Stadium

Tutto ciò, al netto di diversi pasticci della difesa bianconera, che nella tappa di Reggio Emilia registra anche il primo stop di questa Serie A. Tra giocate di ottima fattura ed errori sesquipedali, SassuoloJuventus finirà negli archivi tra le partite più incredibili di questo campionato: un ottovolante che ha trasformato il Mapei in un Luna Park.

 

Oltre all’articolo: “Sassuolo-Juventus 4-2: ottovolante continuo al Mapei Stadium”, leggi anche: 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Pessina Galliani Palladino

Pessina: “Dobbiamo tutto a Palladino e Galliani. Sulla Roma…”

0
Matteo Pessina, capitano del Monza, ha elogiato Palladino e Adriano Galliani, veri artefici della conferma brianzola in questa stagione Trentasei punti conquistati in ventisei giornate,...