[df-subtitle]De Zerbi: “Nerazzurri svantaggiati dalle condizioni del campo? Anche noi. Entrambe le squadre prediligono il gioco di qualità. Il fattore delle condizioni del campo incide ancor più quando si deve manovrare in spazi più chiusi”[/df-subtitle]

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, è stato intervistato da “La Gazzetta dello Sport“. Domenica sera i neroverdi hanno battuto l’Inter per 1-0 grazie a un rigore trasformato da Berardi verso la fine del primo tempo.

Queste alcune dichiarazioni del tecnico degli emiliani: “È calcio d’agosto, qualche risultato è poco attendibile. Nonostante la sconfitta contro la mia squadra, resto convinto che l’Inter sia la vera anti Juve. Sì, i nerazzurri hanno qualcosa in più rispetto a Napoli e Roma. Non si può sapere dove finiscano i meriti di una squadra e dove comincino i demeriti dell’altra. Noi possiamo battere certi avversari soltanto se non disputano una grande partita. Ci siamo espressi ad alti livelli, anche se nella ripresa potevamo fare meglio, palleggiando di più nella loro metà campo, per abbassare i ritmi e per provare a mandarli fuori gara“.

Prosegue: “Mosse particolari per imbrigliare l’Inter? Nulla di particolare. Avevamo studiato i suoi movimenti. Sapevamo che in fase difensiva gioca in un certo modo: in possesso palla, passa alla difesa a tre, con Brozovic play e Asamoah mezzala. Il Sassuolo è stato efficace nell’organizzazione di gioco e nel manovrare sempre ad alta velocità“.

Poi: “Nerazzurri svantaggiati dalle condizioni del campo? Anche noi. Entrambe le squadre prediligono il gioco di qualità. Il fattore delle condizioni del campo incide ancor più quando si deve manovrare in spazi più chiusi“.

Articolo precedenteInter, Monaco sempre vigile su Candreva
Articolo successivoDalla Spagna: PSG forte su Rakitic

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui