Maurizio Sarri, tecnico attualmente svincolato dopo l’ultima esperienza alla Lazio, ha parlato del proprio futuro citando la Fiorentina

Foto di Stefano D’Offizi

Una breve pausa dopo le dimissioni da tecnico della Lazio e la pronta ripartenza, a caccia di un progetto intrigante, senza particolari preclusioni, ma con la consapevolezza di poter ambire a un’importante piazza italiana, impegnata in Europa. Maurizio Sarri, allenatore attualmente sulla lista degli svincolati dopo la controversa rottura avvenuta con la Lazio, a metà febbraio, ha affrontato diversi temi tra passato, presente e futuro. Intercettato ai microfoni del Memorial Niccolò Galli, il Mister toscano ha parlato delle varie squadre pronte a offrirgli una panchina e quelle con le quali ha vissuto le più importanti esperienze nel corso della carriera, come Juventus e Napoli. Ecco un estratto delle dichiarazioni del tecnico:

Futuro? Cerco un progetto stimolante, che mi gratifichi e che mi faccia divertire. Non ho avuto nessun contatto con Bologna e Fiorentina; coi viola ci sono stati contatti in passato, questo sì. Valuterò tutte le opportunità che mi verranno presentate: ho ricevuto quattro offerte dall’estero, di cui alcune dalla Premier League e da La Liga. Il Napoli? Dispiace vederlo in questa situazione: ho trascorso tre anni stupendi ed è stato un vero peccato non raggiungere lo Scudetto durante quel ciclo. Penso siano anni irripetibili nella carriera di un allenatore un’esperienza come quella vissuta a Napoli. L’anno scorso, ero contento per la conquista dello Scudetto, ma un pizzico di arrabbiatura per non averlo vinto ai tempi, c’era”.

La Juventus? Può beneficiare del lavoro di un grande come Giuntoli: costruirà una squadra molto competitiva, che potrà lottare per lo Scudetto. Non penso sia sufficiente la conquista della Coppa Italia per una società il cui motto è: “Vincere è l’unica cosa che conta”. Dall’esterno, comunque, è impossibile poter affrontare il tema nello specifico perchè sono dinamiche interne, bisogna viverle. In ogni caso, Cristiano Giuntoli è l’uomo giusto al momento giusto: è una persona forte, tosta, determinata”.

Articolo precedenteIl Real Madrid guarda avanti per la mediana: fari puntati su Mac Allister
Articolo successivoBennacer, l’Arabia Saudita nel futuro: alle giuste condizioni, anche in anticipo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui