Sarri ed il 4-3-3: ecco i primi cambiamenti imposti dal nuovo tecnico

Sarri ed il 4-3-3: ecco i primi cambiamenti imposti dal nuovo tecnico

Il nuovo tecnico bianconero, Maurizio Sarri, sta pensando a due probabili formazioni titolari per la prossima stagione

Sta nascendo la nuova Juventus di Maurizio Sarri. Il tecnico napoletano sta lavorando senza sosta per la prossima stagione e starebbe pensando ad una squadra iper-offensiva. Sarri potrebbe decidere di alternare il 4-3-1-2 che ha utilizzato durante la sua stagione ad Empoli e il 4-3-3, con il quale ha sbalordito tutti al Napoli.

Maurizio Sarri ha vissuto in questi due giorni i primi allenamenti da tecnico della Juventus. Rientrati in campo mercoledì, i bianconeri hanno replicato ieri con un intenso doppio allenamento agli ordini del nuovo tecnico, che ha sostituito Massimiliano Allegri in panchina.

E, come racconta oggi La Repubblica, i primi cambiamenti imposti da Sarri si fanno già evidenti: aspettando Cristiano Ronaldo, il tecnico sta lavorando sul 4-3-3 a partire dalle coperture difensive. In attesa del fenomeno in attacco, si lavora dunque sul reparto arretrato.

In ogni caso, molto dipenderà anche dal calciomercato estivo. Come riporta La Juventus, infatti, sta trattando alcuni giocatori che potrebbero rivelarsi molto importanti in caso di arrivo a Torino, a partire da De Ligt dell’Ajax. Attenzione anche al possibile arrivo di Federico Chiesa, giocatore molto apprezzato da Maurizio Sarri e dalla dirigenza bianconera, per il quale, però, servirebbero almeno settanta milioni di euro.

Le ipotesi di formazione titolare della Juventus operate da Sarri

Per quanto riguarda la difesa, il portiere titolare sarà Wojciech Szczesny, mentre Gigi Buffon, tornato alla Juventus dopo una stagione passata al Paris Saint Germain, sarà il dodicesimo. De Ligt dovrà riuscire a scalzare Leonardo Bonucci dal ruolo di titolare, mentre Giorgio Chiellini avrà il posto assicurato. Joao Cancelo potrebbe essere ceduto (su di lui ci sono il Manchester City e il Bayern Monaco), mentre Alex Sandro, dopo un’ottima Coppa America disputata e vinta con il Brasile agirà sulla fascia sinistra.

A centrocampo, invece, i due nuovi acquisti, Adrien Rabiot e Aaron Ramsey, dovrebbero partire titolari, così come Miralem Pjanic, il quale sarà con ogni probabilità il fulcro del gioco bianconero. Il bosniaco sarà il creatore del gioco della Juventus, come precedentemente lo è stato Jorginho per il Napoli e per il Chelsea. In attacco l’unico sicuro del posto sarà Cristiano Ronaldo, che dovrebbe agire come prima punta.

Nel caso non arrivasse Mauro Icardi, Sarri dovrebbe puntare su Paulo Dybala e Douglas Costa. A beneficiare dell’arrivo del tecnico napoletano a Torino dovrebbero essere questi ultimi due giocatori, reduci da una stagione sicuramente da dimenticare. Sarri punterebbe dunque su un 4-3-3 in stile Napoli, che potrebbe però trasformarsi in un 4-3-1-2 con Ramsey trequartista e con l’esclusione di Douglas Costa.

4-3-3: Szczesny; Alex Sandro, De Ligt, Chiellini, Bonucci; Pjanic, Matuidi, Ramsey; Douglas Costa, Cristiano Ronaldo, Dybala

4-3-1-2: Szczesny; Alex Sandro, De Ligt, Chiellini, Bonucci; Pjanic, Matuidi, Rabiot; Ramsey; Cristiano Ronaldo, Dybala

 

 

 

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply