San Siro, stadio Meazza di Milano. Quale sarà il futuro della Scala del calcio? Ai microfoni Sky Sport, ne hanno parlato i due talent della piattaforma, Beppe Bergomi ed Alessandro Costacurta, simboli di Inter e Milan. Ecco le loro considerazioni.

Bergomi: “Ho parlato con l’ad Antonelli, ci spiegava i pro e contro, meglio fare uno stadio nuovo che ristrutturare San Siro perché avrebbe costi elevati soprattutto per la sicurezza. Rimanere in un impianto mitico, che fatto la storia, unico, fatto per i loro calcio… andar via e non vedere più Inter e Milan giocare qua mi piange il cuore. Anche se sono legato a questo stadio, penso sempre avanti: come il mondo va avanti, lo deve fare anche il calcio è soprattutto le squadre di Milano che hanno bisogno di impianti nuovi, di proprietà, magari uno per ciascuno  trarre il massimo beneficio. Il derby può perdere qualcosa, buttare giù San Siro sarebbe un delitto e potrebbe essere usato per concerti, può diventare il nostro Wembley dove giocare le finali o anche per la Nazionale“.

Costacurta: “Non penso ci sia uno stadio migliore dove si possa vedere una partita, questo profumo e sensazione di entrare in qualcosa di memorabile. É anche vero che girando l’Europa, il mondo, si ha l’impressione che negli altri stadi ci si metta meno ad arrivare al posto assegnato, mangiare un pochino meglio… c é una contrapposizione che non mi fa pendere da una parte o l’altra, però se posso dare un piccolo consiglio, direi di rifare un qualcosa di simile a San Siro ma all’interno l’efficienza di uno stadio moderno. Se Inter e Milan hanno deciso di dividersi la spesa, forse é perché hanno fatto i loro calcoli. Demolire San Siro sarebbe grave per tanti di noi ma non credo sia la fine del mondo”.

Articolo precedenteInter, patto Champions con Icardi
Articolo successivoJuventus, Pjanic sempre più nel mirino del Real. Incontro con l’agente

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui