Il via alle 18 per la seconda partita del 21° turno di serie A: Sampdoria – Udinese. Gli allenatori confermano gli 11 della vigilia: l’Udinese rimpolpa il centrocampo lasciando fuori sia Pussetto che Lasagna, con Okaka unica punta, nella Sampdoria fuori Caprari che ne avrà per un po’, Saponara dal 1′ alle spalle dell’ex Quagliarella e Defrel.
Parte forte l’Udinese ma gli attacchi dei friulani vanno a sbattere sempre contro l’attenta difesa blucerchiata. Su un campo in condizioni pessime i giocatori scivolano spesso e si fa molta fatica a giocare un calcio un minimo accettabile.
L’Udinese è squadra abbastanza scorbutica che gioca chiusa in cerca di spazi per le ripartenze, la squadra di Giampaolo invece fatica a far girare decentemente il pallone su un campo disastroso.
Col passare dei minuti la Sampdoria inizia a conquistare il territorio come in una partita di Risiko, ma occasioni concrete non ce ne sono. Partita soporifera: al 27′ arriva la prima vera conclusione verso la porta con Fofana, ma il tiro, potente, è fuori con Audero attento che aveva coperto il palo. Al 31′ sciocchezza di Behrami che colpisce Defrel al posto del pallone, per l’arbitro è rigore che Quagliarella trasforma: record di Batistuta eguagliato, 11° gol su 11 partite, Sampdoria in vantaggio.
Al 36′ Musso stavolta non si fa ipnotizzare da Quagliarella e si oppone al diagonale riavvicinato del centravanti campano ed evita il 2-0. L’Udinese si scompone e ora inizia a fare davvero fatica: Musso al 41′ salva su Bereszinski. Al 42′ Nicola toglie Behrami che esce polemico dal campo: dentro Pussetto, Udinese certamente più offensiva.
La ripresa riparte come era finito il primo tempo: la Sampdoria ringhia su tutti i palloni e cerca il raddoppio. Saponara ha un paio di occasioni, ma le sciupa malamente. Alla terza viene messo giù da Nuytinck al limite dell’area. Batte Quagliarella, Musso respinge e sulla prosecuzione dell’azione, fallo di mano di Opoku: è di nuovo calcio di rigore per la Sampdoria. Quagliarella lo trasforma di potenza: 2-0 per la Sampdoria, 16° gol per il centravanti campano sempre più capocannoniere di serie A e 143° gol in carriera in Serie A. AL 68′ spettacolare azione tutta di prima della Sampdoria, Saponara detta il tempo come un metronomo e libera Linetty davanti a Musso: 3-0. C’è gloria per tutti contro questa Udinese: Gabbiadini entra e subito segna il 4-0 su assist di Quagliarella. Si chiude la partita: la Sampdoria vola a 1 punto dalla zona Champions, l’Udinese in crisi nera resta a +4 sul Bologna terz’ultimo (ma che domani ha una ghiotta occasione con il Frosinone in casa) e con un calendario complicato in arrivo.

Articolo precedenteMilan – Napoli: formazioni ufficiali
Articolo successivoEcco il record di Quagliarella

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui