[df-subtitle]Il tecnico della Sampdoria: “Dobbiamo rompere le scatole a tutti. Il Milan mi piace”[/df-subtitle]

La Samp è quinta in classifica con quindici punti, a +3 sul Milan che però ha una gara in meno: fare risultato domani consentirebbe ai blucerchiati di fare un bel balzo in classifica. Intervenuto in conferenza stampa, Giampaolo ha parlato della sfida di domani sera a San Siro: ecco le sue parole.

Sulla gara di domani: “Contro il Milan è sempre una sfida di prestigio. Dobbiamo essere ambiziosi. Abbiamo la possibilità di continuare a confrontarci con avversari più blasonati e costruiti per obiettivi diversi. La missione di questa Sampdoria è quella di rompere le scatole un po’ a tutti. Questa è un’altra partita dove si potrà misurare la nostra forza”.

Sugli infortunati: “Defrel ha recuperato, Jankto si è allenato ieri e oggi e sta bene. Colley sta bene, si allena bene ed è lucido: non deve essere irrazionale, isterico, perché quello si traduce in inaffidabilità. Ho diversi giocatori che si allenano con grande serietà e riescono a mettersi in difficoltà”.

Sulla formazione di domani: “Dubbio Saponara? Non è il solo, ne ho tanti di dubbi. Perché in tanti stanno bene e insidiano tanti titolari”.

Sul Milan: “I rossoneri mi piacciono perché ricercano la vittoria attraverso le idee di gioco. Le ultime due sconfitte non inficiano la loro qualità. Ho ancora in mente la prestazione di qualità, autorevolezza e convinzione che hanno fatto a Napoli. E non a caso l’ho dipinta come outsider in riferimento alla Juventus. Ho grande rispetto del Milan e di Gattuso che mi piace perchè è una persona schietta e diretta”.

Sul prossimo ciclo tosto con Torino, Roma e il derby: “Se le penso tutte insieme mi preoccupa, se le penso una alla volta no. Devo pensare alla prossima partita. Obiettivi e valori non li so. Gli obiettivi non li puoi fissare a 30 partite dalla fine. I valori sono messi in discussione ogni volta che giochi. Sono come le azioni in borsa. Non si sa mai dove si va a parare. Essere concreti significa prepararci per una partita alla volta. Ora quello che ho in testa è il Milan”.​

Articolo precedenteAtalanta – Parma 3-0, decidono i difensori
Articolo successivoMilan – Sampdoria: precedenti e statistiche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui