SAMPDORIA INTERVISTA YOSHIDA – In esclusiva a “Goal.com“, Maya Yoshida ha parlato di questo suo percorso in Italia tra le fila della Sampdoria.

Il difensore centrale giapponese è uno dei punti fermi di Roberto D’Aversa.

Così il giocatore: “La Serie A è uno dei principali campionati europei e poi le grandi squadre partecipano alla Champions League, dunque conoscevo i principali giocatori. Della Sampdoria sapevo la storia, in particolare quella degli Anni ’90, dello Scudetto di Vialli e Mancini. Ma prima di venire ho chiamato il mio ex compagno al Southampton Gabbiadini per avere qualche informazione. In quel periodo, poi, non stavo attraversando un buon momento, giocavo poco e il nuovo tecnico al Southampton aveva fatto intendere di voler puntare sui giovani. Così ho colto questa opportunità e devo dire che ho fatto la scelta giusta“.

SAMPDORIA INTERVISTA YOSHIDA

SAMPDORIA INTERVISTA YOSHIDA – Continua: “Per me è un ‘viaggio’ eccezionale. Da quando sono arrivato qui mi sento un giocatore migliore, ma anche un uomo migliore, perché questa esperienza mi è servita molto a livello professionale, ma anche umano. Cercavo un posto dove potermi esprimere al meglio e, per farlo, avevo bisogno di giocare. Quando superi i 30 anni, se non giochi, invecchi ancor più velocemente. Ma qui in Italia, e a Genova, e alla Sampdoria in particolare, ho trovato molto di più. E’ tutto ‘amazing’ (testuale, ndr), davvero“.

Infine sul futuro: “C’è sempre la possibilità di tornare in Giappone, perché quello è il mio Paese, ma sinceramente a tutti quelli che mi fanno questa domanda, rispondo sempre la stessa cosa: Fuck you. Scrivilo bello grande che io non ho nessuna intenzione di ritirarmi, ho ancora tanti allenamenti da fare e tante partite da giocare, anche perché voglio ancora migliorarmi giorno dopo giorno e magari fare la storia della Sampdoria e quella del Giappone ai Mondiali. Quindi, quello che farò dopo, è proprio l’ultimo dei miei pensieri…“.

 

LEGGI ANCHE:

Rinnovo Perisic, Inzaghi: “La società sa come la penso”

Rinnovo Pioli: domani la firma con il Milan fino al 2023

Agnelli su Sarri alla Juventus: “Qualcuno non ha dato tutto. Anno di m***a. “

Cagliari-Salernitana, Mazzarri: “Voglio squadra aggressiva, che ci crede”

Empoli, intervista Pinamonti: “Nazionale? Se mi chiamano, ci sono”

Venezia, parla Okereke: “spero di continuare così, contro la Roma…”

Articolo precedenteNapoli Manolas, il difensore può partire a gennaio: c’è l’Olympiacos
Articolo successivoJuventus, Allegri: “Atalanta sempre complicata, Dybala in buona condizione”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui