SALVEZZA CAGLIARI GIULINI

Tommaso Giulini, presidente del Cagliari ha parlato in conferenza stampa al termine della vittoria contro il Sassuolo che è valsa la permanenza in Serie A. Le sue dichiarazioni principali:

Dedico la salvezza a chi per decenni ha rappresentato questo popolo, colui che ha scritto la storia di Cagliari e di un riscatto che in quegli anni si meritava, nell’anno in cui Gigi è mancato non potevamo retrocedere. Mi è sempre stato vicino, nei momenti complicati c’è sempre stato, anche quando non c’ero io. Il ritorno di mister Ranieri è stato fondamentale; poi i tifosi“.

Giulini aggiunge: “Andare sotto la nostra gente, andare con Ranieri è stato un momento fantastico. Mai come quest’anno c’è stata una unione attorno al club, giocavamo contro una squadra disperata e alla fine siamo venuti fuori noi, soprattutto nell’ultima mezz’ora si vedeva che cerata un popolo che soffiava dietro, tanti duelli vinti come non mai nella stagione“.

Il futuro di Ranieri:Abbiamo parlato, sa quando vorremmo che noi rimanesse ma più di un altro anno. Lo spessore dell’uomo va oltre ogni cosa ed è un uomo incredibile, sa dire anche quando sbaglia, le poche volte che sbaglia. Io sono cresciuto tantissimo come presidente e un uomo così è impagabile“.

Le mosse di mercato:Il mercato minimalista di gennaio è stato chirurgico, Mina e Gaetano sono stati importanti. L’anno prossimo dovremo essere ancora più bravi, la scorsa estate abbiamo sottovalutato qualcosa e se il girone di andata non è andato come speravamo, qualche errore lo abbiamo commesso. Prati diventerà un campione, se lo merita perché ha la mentalità del campione se continuerà così, un giorno anche per la Nazionale”.

Chiusura sul Sassuolo:Bellissimo esempio per il calcio italiano, gli auguro di risalire il prima possibile“.

OLTRE A “SALVEZZA CAGLIARI, GIULINI…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:
  1. Sassuolo-Cagliari 0-2, è salvezza: Prati sblocca e Lapadula chiude affondando i neroverdi
  2. Sassuolo-Cagliari, Ranieri: “Rendere orgogliosi i tifosi, in tanti al Mapei un vantaggio. La non contemporaneità…”
  3. Milan-Cagliari 5-1: Bennacer-Pulisic, accorcia Nandez e poi goleada rossonera
  4. Liga, Real Madrid campione 2023/24: ottenuta l’aritmetica, testa alla Champions
  5. Verona-Fiorentina 2-1: apre Lazovic, risponde Castrovilli ma ci pensa Noslin
  6. Bologna, Motta: “Scritto la storia, nessuna pressione e ossessione, proveremo per la Champions”
  7. Roma-Leverkusen, De Rossi: “E’ l’anno loro, ne usciamo tutti insieme”
  8. Marsiglia-Atalanta, Gasperini: “Risultato importante ma a Bergamo…”
  9. Inter, Bastoni: “Sento di ripagare questo affetto, ancora fame. Inzaghi, Sommer, Thuram…”
  10. Parma promosso in Serie A: Pecchia può festeggiare
  11. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
  12. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
  13. Liga, 32esima: Clásico al Real che attende solo l’aritmetica, storico Girona in Europa
  14. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
  15. Liverpool-Atalanta 0-3, Gasperini: “Molto felici”. Scamacca: “Notte fantastica ma non basta”
  16. Liverpool-Atalanta, Klopp: “Gasperini ha idee che mi piacciono, sa come organizzare una squadra”
  17. Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Coppa Italia più fattibile ma non indispensabile per certificare il lavoro”
  18. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
  19. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
  20. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
  21. Liverpool, intervista Klopp: “Amo tutto qui e non allenerò altro club inglese, mi fermo almeno un anno. Vorrei…”
  22. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
  23. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
  24. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteSassuolo-Cagliari 0-2, è salvezza: Prati sblocca e Lapadula chiude affondando i neroverdi
Articolo successivoSassuolo, la favolA è finita: incubo Serie B dopo una decade da sogno

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui