Salvate il soldato Bernardeschi

Salvate il soldato Bernardeschi

Bernardeschi. Salvatelo. Perché ne ha bisogno il calcio italiano – non solo la Juventus. Quel bel giocatore ammirato tra Firenze e nei primi mesi in maglia bianconera, ora sembra aver fatto spazio a un ragazzo in difficoltà che cerca di assimilare un nuovo ruolo, che sbaglia gol fatti  – vedi quello clamoroso contro il Lecce –  e che si sacrifica molto per la causa, è vero, ma che fatica a dare qualità alle sue giocate e quindi preclude molto la manovra della squadra di Sarri in fase di possesso.

A inizio stagione Sarri, nel tridente, gli preferiva Douglas Costa largo. Lui zitto zitto si teneva la panchina senza fare rumore, da professionista e lavoratore qual è – dote molto apprezzata dalle parti della Continassa. Poi dopo l’infortunio del brasiliano, Sarri, per inserire Ramsey, ha optato per giocare con il trequartista.

Il centrocampista offensivo gallese ha mostrato qualità e gol, combinazioni importanti, ma anche il suo grande limite: la precarietà dal punto di vista fisico. Ed è così che Bernardeschi ha le sue chance; ha giocato titolare 4 delle ultime 5 partite tra campionato e Champions League, ma senza mai incidere.

Ha segnato contro il Bayer Leverkusen, ma in quella partita non è che abbia offerto una prestazione indimenticabile: tutt’altro. La sua versione migliore si è vista forse contro l’Inter dove pur non avendo inciso un granché in fase offensiva, è stato perfetto nel sacrificarsi e inseguire a tutto campo le fonti del gioco nerazzurro.

Contro Bologna e Lecce ci si aspettava un cambio di marcia: oramai le idee sta iniziando ad assimilarle, sta acquisendo un nuovo ruolo che non è che si impara dall’oggi al domani come nei videogiochi, è vero, ora non resta che metterle in pratica. Bernardeschi è un grande lavoratore e un ragazzo intelligente e sicuramente uscirà ancora più forte da questa situazione.

Nella serata di oggi contro il Genoa arriva un’altro esame importante per lui e gli si chiederà, dovesse giocare dal primo minuto, di essere incisivo in zona rete. Un suo gol in campionato manca dal settembre del 2018. Un po’ troppo per un giocatore con queste caratteristiche, queste doti balistiche e questa maglia sulle spalle.

Resta aggiornato. Ti invieremo una mail solo per le novità


Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te.

About author

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply