ROMANIA DECIMA GIORNATA – Il giorno del sorpasso. Il FCSB conquista la vetta della classifica, seppur a pari punti con il CsU Craiova ma con una migliore differenza reti, al termine di una nuova prova di forza.

La squadra di Anton Petrea rifila quattro gol al Botosani (4-1) confermandosi di gran lunga l’attacco più prolifico del torneo con ben 28 centri in 10 gare. Mattatori ancora una volta Denis Man e Florin Tanase, autori entrambi di una doppietta; e appaiati in testa alla classifica marcatori con 9 gol. Di Florescu il gol del momentaneo vantaggio dei moldavi.

Ma il decimo turno di campionato sarà ricordato soprattutto per il secondo tonfo interno dell’ex capolista CsU Craiova (0-1 con il Chindia Targoviste, in gol l’ex dinamovista Daniel Popa); e per le clamorose dimissioni del tecnico italiano Cristiano Bergodi, che nella conferenza stampa post match ha dichiarato di non riuscire più a trasmettere serenità alla squadra, il cui gioco probabilmente risente del difficile periodo che sta vivendo a livello personale. Motivi familiari e alcuni diverbi con membri della società; nonostante il percorso fin qui più che positivo, sono alla base della scelta, irrevocabile.

Gli olteni sono ora alla ricerca di un allenatore in grado di proseguire il cammino intrapreso verso la conquista di un campionato che manca in bacheca dal 1991.

ROMANIA DECIMA GIORNATA

Terzo incomodo alla corsa al titolo sono i mai domi campioni in carica del Cfr Cluj; che hanno chiuso una settimana di forti tensioni e contraddistinta dai primi due ko stagionali (in casa con il Gaz Metan e la manita a Roma in Europa League) con una netta quanto salutare vittoria in trasferta con l’Arges (2-0, doppietta di Rondon).

Dan Petrescu sembra abbia sbollito la rabbia e la delusione accumulata nelle ultime settimane; e non è più tornato sull’argomento dimissioni. Restano le critiche verso la società, protagonista a suo dire di una campagna acquisti totalmente errata; ma può consolarsi con la convincente prova di William Soares, alla prima da titolare e già padrone del centrocampo ardeleno.

Rientra prepotentemente in corsa per i playoff il Gaz Metan Medias, al secondo successo esterno di fila dopo l’impresa di Cluj. Ancora una volta l’ex Napoli Dumitru e Deaconu mettono la firma su un successo che riporta con i piedi per terra l’Uta Arad.

ROMANIA DECIMA GIORNATA

Salgono anche le quotazioni del Voluntari, che ha piegato la Politehnica Iasi con un perentorio 4-0 (doppietta di Achim, Lopez e primo centro di Adrian Popa); mentre il Sepsi Sfantu Gheorghe non è andato oltre il pareggio per 1-1 con l’Hermannstadt (botta e risposta in 3 minuti con gol di Petrila e Mayoral). Viene così raggiunto a quota 16 punti dall’Academica Clinceni e dal Vitorul Constanta, ma conservando la quarta piazza per la differenza reti.

Gli uomini di Ilie Poenaru hanno espugnato il campo dell’Astra Giurgiu (0-2, Markovic e Petrescu nel finale), conquistando il terzo successo di fila; mentre la squadra fondata da Gheorghe Hagi ha avuto la meglio su una Dinamo Bucarest in odore di fallimento dopo aver sognato la rinascita sotto la guida spagnola (2-1, Dobrosavlevci, Luckassen e gol della speranza di Borja Valle per i cainii rosii).
Le due nobili decedute chiudono mestamente la classifica e lo spettro della retrocessione prende sempre maggiore consistenza.

ROMANIA DECIMA GIORNATA – CLASSIFICA LIGA 1

PosSquadraGVNPGoal+/-P
1FCSB1080228:10+1824
2Universitatea Craiova1080214:5+924
3CFR Cluj1063112:5+721
4Sepsi1044213:9+416
5Academica Clinceni1044210:6+416
6FC Viitorul Constanta1044217:14+316
7UTA Arad1035211:11+014
8Chindia Targoviste104246:7-114
9Gaz Metan Medias1041515:14+113
10Voluntari1041514:13+113
11Botosani1032515:17-211
12Hermannstadt1025311:15-411
13Politehnica Iasi1030711:28-179
14FC Arges102269:17-88
15Dinamo Bucuresti91268:13-55
16Astra Giurgiu91179:19-104
Articolo precedenteGenoa Simone Braglia: “Errore esonerare Maran, serve continuità”
Articolo successivoSassuolo parla Locatelli: “Pirlo il mio idolo, De Zerbi mi ha cambiato la vita”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui