ROMA SPOGNARDI SU DARBOE – Una delle note più positive del finale di stagione appena conclusa della Roma è stato l’esordio in prima squadra del giovanissimo centrocampista Ebrima Darboe, ragazzo gambiano che proprio oggi compie 20 anni.

All’83’ della sfida in casa della Sampdoria, Fonseca lo aveva inserito al posto di Villar. È stato solo l’inizio, perché in tutte le successive gare di campionato Darboe ha giocato sempre da titolare, stupendo tutti per le sue notevoli qualità. Da segnalare anche i 60 minuti disputati nella sfida di ritorno di Europa League contro il Manchester United.

Europa Calcio” ha contattato telefonicamente Francesco Spognardi, suo allenatore ai tempi dello Young Rieti, club in cui Darboe militava prima del grande salto in giallorosso.

ROMA SPOGNARDI SU DARBOE

Così Spognardi: “Era stato collocato in una Sprar di Rieti; Darboe e un ragazzo che era con lui volevano giocare a calcio, e così tramite quella Sprar venne da noi. 

Già al suo primo allenamento rimasi stupito da Darboe. Al di là del buon tiro dell’ottimo tocco di palla, aveva una determinazione fuori dalla norma che non avevo mai visto in nessun altro dei ragazzi. È stato grazie a questa determinazione che è riuscito a bruciare alcune tappe“.

Continua: “In Gambia era abituato a giocare 11 contro 11, nel senso con palla, dribbling e tiro. Aveva ancora poca disciplina tattica e poco senso di squadra, noi lavorammo soprattutto su questi due aspetti. Con me giocava da trequartista o da mezzala d’attacco, mentre con De Rossi – che anche lui è stato in gamba con Ebrima – ha giocato molto più davanti alla difesa. Per noi era “Ibra”, così si faceva chiamare: Ibra era un diminutivo di Ebrima. Mentre gli altri ragazzi facevano due sedute di allenamento alla settimana, Darboe ne faceva cinque. Il suo talento era visibilissimo. Non a caso prima di andare alla Roma fece uno stage con il Pescara e uno con l’Entella. Per il suo passaggio in giallorosso lavorammo io, Massimo Tarantino e i suoi agenti Gherardi e Peruzzi“.

ROMA SPOGNARDI SU DARBOE

Poi sull’esordio con Fonseca: “Già l’anno scorso era stato convocato alcune volte, diciamo che questo esordio prima o poi ce lo aspettavamo. Speravamo in almeno 1 presenza, chiaro che poi vedendone 6 di fila la gioia è tanta“.

Infine su Mourinho: “Parliamo di uno dei migliori allenatori del mondo. Mourinho dovrà per forza fare delle scelte, quindi sicuramente lo valuterà. In ogni caso Ebrima ama la Roma“.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo è consentita previa citazione della fonte EUROPACALCIO.IT

Articolo precedenteClamoroso colpo di scena: il PSG sta soffiando Wijnaldum al Barcellona
Articolo successivoSuperlega, Ceferin tuona: “Agnelli? Per me non esiste più. Mi ha mentito fino alla fine”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui