Roma Mkhitaryan Mourinho: “Entrambi vogliamo vincere con questa maglia”

12

Roma Mkhitaryan Mourinho – Con l’arrivo dell’allenatore portoghese sulla panchina giallorossa, il futuro di Mkhitaryan sembrava in bilico. Tuttavia, nonostante le varie richieste, alla fine l’armeno ha deciso di esercitare il diritto di rinnovo del contratto. A parlarne è stato lo stesso Mkhitaryan alle pagine del Corriere dello Sport. Di seguito le sue dichiarazioni riportate dal Corriere giallorosso:

Henrikh, come procede il ritiro?
“Stiamo lavorando bene, cerchiamo di fare tutto quello che il tecnico ci chiedere, lavoriamo su aspetti che nel passato avevamo trascurato”.

Su cosa, in particolare?
“Beh no, non posso rivelarlo, è un segreto (ride, ndr)”.

L’arrivo di Mourinho alla Roma ha riportato nell’ambiente la speranza di vincere.
“Quando giochiamo una competizione, qualsiasi essa sia, l’obiettivo per me è sempre quello di vincere. Se giochiamo a pallone è un conto, ma io gioco sempre per vincere. Non ho mai giocato per divertirmi e basta. Senza i trofei alla fine della carriera non ti resta niente. Io e miei compagni vogliamo vincere per restare nella storia del club”.

Ci ha pensato un po’ prima di convincersi a restare alla Roma.
“Non ho avuto dubbi, ma volevo avere la testa fresca per prendere la decisione migliore per me. Avevo avuto delle offerte, in Italia e all’estero, ma la decisione più giusta è stata quella di restare alla Roma”.

Roma Mkhitaryan Mourinho – Il rapporto con Mourinho.
“Quello che è successo a Manchester rimane a Manchester. Noi abbiamo parlato da persone mature, tutti e due vogliamo andare per la stessa strada, tutti e due vogliamo vincere qualcosa per la Roma, l’unica cosa che conta quest’anno”.

Come ha trovato Mourinho rispetto a quell’anno e mezzo trascorso insieme al Manchester?
“È la stessa persona, ma con più voglia di vincere di allora. Un allenatore come lui non molla mai, vuole vincere sempre. Questa caratteristica è innata, non si acquista con il tempo. Mourinho è speciale per questo”.

Anche lei in campo non molla mai. Si è visto anche contro il Porto…
“Lo dico chiaro: un giocatore, Pepe, non ha fatto un intervento duro, ma è entrato per fare male. Per questo mi sono arrabbiato. Anche se era un’amichevole, era importante per loro ma anche per noi, ci sono stati scontri decisi. Io in campo sono così. Sempre. Voglio vincere anche in allenamento. Una brutta scena, succede, speriamo non succeda più. Per me è finita lì”.

Articolo precedenteMercato Torino Belotti, lo Zenit offre 30 milioni. La palla passa all’attaccante
Articolo successivoBraida su Pjanic: “Mi ha detto che vuole tornare alla Juve”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui