ROMA KLUIVERT – Justin Kluivert, attaccante esterno del Lipsia, si è raccontato a 360^ al sito della RedBull. Il giocatore è in Germania dallo scorso ottobre, dopo un biennio alla Roma.

Queste le sue dichiarazioni: “Nel mio primo anno a Roma mi sono dovuto adattare, ma sentivo che il meglio sarebbe arrivato la seconda stagione. Che nonostante gli infortuni è andata nella giusta direzione. Ho segnato 7 gol, di cui due prima della quarantena. Dopo lo stop ho giocato meno e sono rimasto deluso. “Non andrà così per tutta la stagione”, ho pensato. A fine anno avevo alcuni club interessati tra cui il Lipsia e a loro ho detto subito di sì. Mi sono consultato anche con mio padre e anche a lui è sembrato il passo da fare“.

ROMA KLUIVERT

ROMA KLUIVERT – Prosegue: “Del Lipsia mi ha attratto il modo di giocare. Non importa contro chi scendiamo in campo, contiamo solo sulle nostre qualità. L’abbiamo visto contro Bayern Monaco e Manchester United, per esempio. Giochiamo con la massima pressione e segniamo quasi sempre. Penso che la velocità e lo stile di gioco si adattino molto bene a me. Tatticamente ci è voluto un po’ per abituarsi a Nagelsmann. Ora gioco più vicino alla porta e questo mi piace molto. Abbiamo un gruppo unito, e anche quando sbagliamo ci incoraggiamo. Credo davvero molto questa squadra. Speriamo di arrivare più in alto possibile in Bundesliga e Champions League. Il mio obiettivo sono gli Europei con la nazionale olandese“.

Articolo precedenteCaso Gomez Graziani: “Valore aggiunto per chiunque. Lo prenderei subito”
Articolo successivoBarcellona Pedri, parla il ds che l’ha scoperto: “E’ un predestinato”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui