ROMA FRIEDKIN – Non tramonta la trattiva tra James Pallotta e Dan Friedkin per la cessione della Roma, alle prese con diverse difficoltà economiche.

Questo il punto de “Il Corriere dello Sport“: “Nel mese di luglio possono riprendere i contatti tra i legali di Friedkin e quello di Pallotta. I due americani, pur avendo buoni rapporti, non trattano direttamente dopo il no di Pallotta all’ultima offerta del magnate texano. Il passivo di 126 milioni evidenziato nell’assemblea dei soci impone una svolta. Non tutti i dirigenti a Roma spingono per un cambio di proprietà e Pallotta è sempre intenzionato a lasciare, ma solo alle sue condizioni. Friedkin se dovesse tornare in corsa non rialzerebbe l’offerta, ma cambierebbe le modalità di pagamento, per venire incontro a Pallotta. La ripresa del campionato è importante per far ripartire la trattativa, il futuro della Roma in questo momento è pieno di incognite. Non ci sono stati più contatti ufficiali dopo il no di Pallotta all’offerta di Friedkin di 575 milioni del 18 maggio scorso. Ma qualcosa potrebbe muoversi nei prossimi giorni“.

ROMA FRIEDKIN – “La partita si gioca sui tavoli dei più importanti studi legali americani, in Italia arrivano solo riflessi. La Roma non avrà problemi insormontabili per l’iscrizione al campionato, ma sarà costretta a fare plusvalenze per decine di milioni. Ha già ottenuto la licenza Uefa, ma i parametri per l’iscrizione al campionato sono diversi. In attesa di capire se ripartirà la trattativa con Friedkin, Pallotta dovrà provvedere a completare l’aumento di capitale per i restanti 45 milioni entro la fine dell’anno“.

Articolo precedenteJuventus Felix Correia, preso dal City il talento lusitano
Articolo successivoCagliari Nainggolan: “Se Giulini fa uno sforzo, resto qui”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui