ROMA CARLES PEREZ – Intervistato da “Sky Sport“, Carles Perez ha parlato di questi suoi primi mesi alla Roma, che a gennaio lo aveva ingaggiato dal Barcellona.

Così l’ala destra spagnola: “Sia io che i miei compagni non vedevamo l’ora di ricominciare. Siamo felici che adesso ci sia una data, il 20 giugno, per questa ripartenza che ci rende tutti felici e che credo renda felici tutte le persone, in generale, che si auguravano questo nuovo inizio del calcio e del campionato italiano.

Stiamo ancora lavorando molto sul piano fisico. Adesso in allenamento è entrata in scena anche la palla. Era inevitabile che riprendessimo a lavorare forte fisicamente, perché dopo due mesi in casa, in cui sì, ci siamo allenati, ma non è la stessa cosa che allenarsi in campo mettendo gli scarpini insieme al resto della squadra. Stiamo lavorando molto per entrare in forma e farci trovare pronti“.

ROMA CARLES PEREZ – Prosegue: “Le motivazioni sono sempre le stesse: quelle di migliorare e di imparare tutti i giorni. Arrivo dal calcio spagnolo, che è un po’ diverso da quello italiano, quindi sto cercando di imparare lo stile di gioco della nuova squadra e soprattutto di imparare dai miei compagni più esperti.

Il gol a San Siro contro l’Inter? Un ricordo bellissimo, la realizzazione di un sogno: da bambino guardavo le partite di Champions League in tv insieme ai miei genitori. Quindi segnare un gol in uno scenario prestigioso come quello di San Siro è stata la concretizzazione di un sogno“.

Infine: “Messi è una persona speciale, molto affettuosa, in particolare con i ragazzi del vivaio. È chiaro che prima di giocare al Camp Nou, o di esordire con la prima squadra, ci sia un po’ di nervosismo“.

Articolo precedentePSG Icardi ufficiale: il club di Al-Khelaifi riscatta il bomber argentino
Articolo successivoSampdoria, Ranieri: “Giusto ripartire dai recuperi. L’obiettivo…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui