[df-subtitle]Rivere: “Per quanto riguarda l’assenza nei primi giorni di ritiro abbiamo chiarito tutto con Mario, in quei giorni lui non era più con la mente in questo club. Lo abbiamo sospeso per le prime tre giornate di campionato, lui ha capito”[/df-subtitle]

Tre sere fa il Nizza ha reso ufficiale la permanenza di Mario Balotelli, che inizia così la sua terza stagione in maglia rossonera. Tante sono state le voci che in questi mesi lo hanno accostato a diversi club, tra cui Marsiglia, Parma e Sassuolo.

A fare definitivamente chiarezza ci ha pensato Jean-Pierre Rivere, massimo dirigente del club di Ligue 1, che ha parlato al sito ufficiale del Nizza.

Queste le dichiarazioni: “Mi dà molto fastidio pensare che Mario abbia fatto qualcosa di sbagliato. Perché non è vero. Raramente entriamo in questi dettagli, ma mi sembra necessario doverlo fare. Lui mi ha sempre detto che sarebbe rimasto qui nel caso in cui fossimo stati capaci di tenere il club in posizioni di classifica che permettessero di giocare in Europa. Abbiamo rinnovato il contratto, ma senza la qualificazione gli abbiamo comunicato di essere in difficoltà con il pagamento. Gli abbiamo dato l’ok per una possibile cessione e lui ha valutato. C’è stato anche il via libera per visitare il Centro Sportivo del Marsiglia e di valutare la proposta finanziaria. Ha avuto un’offerta economica importante dalla Cina che ha subito rifiutato. Lunedì abbiamo parlato, dopo 2 ore mi ha comunicato di voler restare. Ha mostrato attaccamento alla maglia“.

Prosegue: “Per quanto riguarda l’assenza nei primi giorni di ritiro abbiamo chiarito tutto con Mario, in quei giorni lui non era più con la mente in questo club. Lo abbiamo sospeso per le prime tre giornate di campionato, lui ha capito. Poi gli abbiamo comunicato di dover rientrare e lui l’ha fatto. Sapevamo ci potesse essere una piccola possibilità di farlo rimanere con noi e ci abbiamo provato con tutti i nostri mezzi. Lunedì gli abbiamo fatto una proposta e gli ho detto di rifletterci per 24 ore. Dopo 2-3 ore mi ha comunicato di voler restare. Ha accettato condizioni salariali meno vantaggiose rispetto a quanto altri club gli avevano proposto, resta qui per una scelta di cuore e di attaccamento alla maglia. E’ un uomo di Vieira e farà in modo di rendere ottima la nostra stagione. Ad oggi la sua unica colpa è aver saltato i primi giorni di ritiro“.

Articolo precedenteDal Portogallo: Jackson Martinez si propone allo Sporting Lisbona
Articolo successivoTorino, si ferma Baselli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui