Risultati 29ª di Premier League: in attesa del City, vincono ancora Liverpool e Chelsea. Leeds in ripresa e Arsenal sempre più solido

La ventinovesima giornata di Premier League è stata certamente caratterizzata dal big match che ha visto fronteggiarsi Manchester United e Tottenham. La squadra di Rangnick si presentava alla sfida dopo un amaro pareggio con il Watford e una sconfitta pesante nel derby contro il City. Gli Spurs, invece, in campionato avevano segnato 9 gol nelle ultime due partite senza subirne nemmeno uno. Vero, di mezzo è arrivata l’eliminazione dall’FA Cup per mano del Middlesbrough, ma gli uomini di Conte sembravano in un buon momento.

Effettivamente, il Tottenham ad Old Trafford parte bene, ma nella serata di Manchester Cristiano Ronaldo non ammette discussioni. Nei primi minuti conquista un rigore solare negato dall’arbitro Moss, e poco dopo si prende la rivincita con un destro sotto l’incrocio. Calcio dagli 11 metri che viene poi concesso agli ospiti, quando Alex Telles colpisce nettamente il pallone con il braccio, esattamente come Dier sul tiro di CR7. Questa volta però, il direttore di gara inglese concede l’estrema punizione e Kane realizza l’1-1. Il pareggio dura pochissimo, perché su un assist di Sancho il pluripremiato pallone d’oro fa doppietta e manda in vantaggio i Red Devils all’intervallo.

RONALDO TRAVOLGE CONTE: I RISULTATI DELL’ULTIMA GIORNATA DI PREMIER LEAGUE

A questo proposito, statistica tanto interessante quanto incredibile la fornisce il portale “Sport Bible“. In 301 partite nella storia della Premier League il Manchester United è andato a riposo ad Old Trafford in situazione di vantaggio sull’avversaria. Per 278 di queste ha poi vinto la sua gara, e per le altre 23 ha pareggiato. Ne risulta che mai in campionato ha perso una partita tra le proprie mura di casa dopo essere avanti dopo il primo tempo. Ciononostante, il Tottenham prova a farsi avanti e al 72′ agguanta il pareggio grazie ad una goffa autorete di Maguire. Ma ancora una volta Ronaldo non ci sta. All’81’ svetta da calcio d’angolo e insacca il gol vittoria. E non solo, perché si tratta della rete numero 807 della sua carriera, che gli permette di laurearsi miglior marcatore del mondo per squadre di club.

Archiviato il capitolo big match, compiti diversi sono stati affidati a Liverpool, Chelsea ed Arsenal. I Reds sabato hanno affrontato in trasferta il Brighton, vincendo con una nuova marcatura di Salah. L’egiziano ha trovato il 20esimo gol della sua Premier e ha chiuso il punteggio sul 2-0. La prima firma era arrivata al 19′ con uno spavento. Un lancio per Luis Diaz, infatti, si trovava a metà strada tra lui e il portiere Sanchez, che lo ha colpito in pieno volto. Nel tentativo di cercare il pallone, il giocatore del Brighton ha travolto il colombiano, che ha messo in rete prima di cadere dolorante a terra. Situazione per fortuna poi subito risolta: nulla di grave per l’esterno.

Premier League, risultati

Passando alla squadra di Tuchel, sembrava che a Stamford Bridge non sarebbe riuscita a vincere contro un Newcastle solido e preparato. Poi però, è arrivata la magia di Kai Havertz. Al minuto 89, un lancio in profondità trova in area il tedesco, che in una frazione di secondo controlla al volo e calcia con lo stesso piede, insaccando la rete decisiva. Altri 3 punti per il Chelsea, che consolida il terzo posto a meno 7 dal Liverpool e a 11 lunghezze dal Manchester City.

Molto buono anche lo stato di forma dell’Arsenal, che succede i rivali Blues. Con 3 partite in meno dell’inseguitrice United, infatti, i Gunners al momento occupano l’ultimo posto Champions a 51 punti. Il 2-0 maturato in casa contro il Leicester è l’ennesima prova di una squadra in ripresa e di un gioco che finalmente dà i suoi frutti. In questo modo Mikel Arteta sta ripagando la fiducia della società, ed in questo è aiutato dalla crescita dei suoi. Su tutti i giovani Martinelli, Saka e Smith Rowe, che ora trascinano l’Arsenal di partita in partita. Contro le Foxes, però, a decidere sono Thomas e Lacazette.

Tra le gare più emozionanti del weekend non si può non menzionare Leeds-Norwich, che ha fatto vivere agli spettatori di Elland Road 94 minuti di altalena emozionale. Andando con ordine, il gol di Rodrigo al 14′ sembra mettere in discesa il match contro l’ultima della classe. Ma i Canaries non ci stanno e resistono alle innumerevoli occasioni della squadra di casa, che continua a presidiare la loro area. Nel primo minuto di recupero trovano anche il pareggio con Mc Lean, che fa calare il silenzio nello stadio del Leeds. Chi conosce il popolo dei Peacocks sa che non smette mai di credere e di incoraggiare i suoi giocatori. E infatti, è poi pronto ad esplodere di gioia al 94esimo, quando il giovane Gelhardt appoggia in porta il 2-1.

Risultati Premier League

La zona retrocessione rimane comunque incerta, perché il Watford è tornato alla vittoria e l’Everton è nuovamente caduto, contro il Wolverhampton. Vede adesso Norwich a 17 punti, Burnley a 21 e i Toffees a 22 insieme alla squadra di Hodgson. Nel mentre che attendiamo l’esito di Crystal Palace-Manchester City, questi i risultati completi del weekend di Premier League:

Brighton-Liverpool 2-0

Brentford-Burnley 2-0

Manchester United-Tottenham 3-2

Chelsea-Newcastle 1-0

Leeds-Norwich 2-1

Everton-Wolverhampton 0-1

West Ham-Aston Villa 2-1

Southampton-Watford 1-2

Arsenal-Leicester 2-0

LEGGI ANCHE:

Atletico Madrid, Simeone: “Manchester veloce e di qualità in avanti, Joao Felix…”

Tuchel-Chelsea, addio a fine stagione? Il futuro sembra segnato

Fiorentina, senti Torreira: “molto felice qui. Il mio agente ha incontrato la…”

Psg, possibile addio di Di Maria a fine stagione: il sostituto è Paquetà

 

Articolo precedenteAtletico Madrid, Simeone: “Manchester veloce e di qualità in avanti, Joao Felix…”
Articolo successivoBologna, asta per Orsolini: Fiorentina e Siviglia alla finestra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui