spot_img
HomeSerieAJuventusRigore su Dybala. Napoli - Roma ed intervento su Milik non sanzionato...

Rigore su Dybala. Napoli – Roma ed intervento su Milik non sanzionato a ‘Un Calcio alla Radio’

-

[df-subtitle]Marelli: Il VAR? Il nuovo protocollo ha limitato tantissimo l’utilizzo del VAR e torna ad essere l’arbitro protagonista. Un arbitro intelligente lo usa a mio modo di vedere il VAR[/df-subtitle]

Stefano Agresti, Giancarlo Padovan, Maurizio Pistocchi e Luca Marelli sono intervenuti in diretta a ‘ Un Calcio alla Radio’, trasmissione in onda su CRC TARGATO ITALIA, per parlare del rigore su Dybala assegnato ieri alla Juventus nel corso del match contro l’Empoli, di un presunto rigore su Milik nel corso di Napoli -Roma,  del match del San Paolo tra la formazione azzurra e la compagine giallorossa e di altro.

Questi i loro interventi riportati da EuropaCalcio.it:

[df-subtitle]Marelli: “Il rigore su Dybala c’era. Massa ha arbitrato bene”[/df-subtitle]

Luca Marelli, ex arbitro ed osservatore arbitrale: “Rigore di Empoli? Si ho condiviso la scelta di Calvarese e continuo a sostenere questa tesi. Non è questione di rigorini. È un concetto differente. Un’ azione come quella di Empoli era chiaro che si sarebbe prestata a mille interpretazione. Io da arbitro do elementi di giudizio poi dopo ognuno dà una propria opinione.

Io do elementi basati sul regolamento per dare a chiunque degli strumenti e poi ognuno si fa la sua idea.  Chi mi conosce da anni sa che il mio cuore batte da anni e non per la Juventus. Se dicessi per chi tifo, domani non sarei più credibile. Dichiarare la propria fede purtroppo in questo mondo social fa sì che si diventa credibili da una parte e poco credibili dall’altra.

Il Fallo? Il primo contatto lo si vede anche. Io faccio un’interpretazione arbitrale. Il primo contatto è un contatto di gioco. Quello con cui Dybala cerca di coprire il pallone, non si tratta di possesso del Pallone. Il pallone di Bennacer è chiaramente un controllo sbagliato e il pallone diventa pericoloso.

Siamo un episodio al limite e avevo detto che avrebbe portato a discussione. Quello che considero grave e fallo è quando Bennacer cade su Dybala. VAR? Questo non è un episodio da VAR mai. Anche se non lo avesse fischiato, il VAR non sarebbe intervenuto. È una valutazione soggettiva e lo vediamo anche adesso che abbiamo opinioni diverse. Qua non si tratta di opinioni, ma è protocollo. Non tutto è da VAR. il primo contatto è un contrasto di gioco.

I giornalisti, dopo aver sentito anche il parere del giornalista Pistocchi, chiedono un parere a Marelli sull’intervento su Milik nel primo tempo di Napoli – Roma:

Milik cade in area? Da questo punto di vista sono totalmente d’accordo con Pistocchi.

Massa ha arbitrato bene. Forse l’unico errore che ha commesso è stata l’ammonizione a Dzeko, forse era memore dell’episodio accaduto nel primo tempo e forse era ancora di più concentrato sulle gambe più ce sulle braccia di Albiol.

Ha visto simulazione perché non ha visto alcun contatto. Come si valuta l’intensità? Bisogna essere arbitri. È uno dei grandi problemi di questo gioco. Appartiene alla sensibilità che si costruisce con gli anni. Dall’altro punto di vista c’è bisogno anche di talento, come nel calcio.

Massa lo posso considerare uno che sta diventando un fuoriclasse. Orsato? Per una partita non si può giudicare. Lasciamo stare. Rocchi dopo Juventus Roma si sentivano le stesse cose che si dicevano su Orsato, poi si è ripreso alla grande. Per fortuna Orsato ha un grande designatore che lo tutelerà. Io la vedo così ”.

[df-subtitle]Pistocchi:” Dybala non cerca la palla”[/df-subtitle]

Maurizio Pistocchi, giornalista Mediaset: “Stimo Marelli ma non condivido la sua opinione.  In questo tipo di circostanza a mio modo di vedere la differenza la fa il possesso della palla che ce l’ha Bennacer e il movimento di Dybala non è per recuperare la palla, ma per per impedire la progressione di Bennacer.

Tanto è vero che il primo contatto, ginocchio destro e ginocchio sinistro è decisivo. Se si guarda la gamba di Bennacer, si piega e poi cade se addosso a Dybala, e questo è il mio modo di vedere. Questa è la dinamica dell’azione.  Sono sicuro che se a metà campo accadono episodio di questo tipo fischiano fallo a Dybala.

Fallo tattico, visto che si disinteressa della palla, che non interessa mai e che non cerca nemmeno di prendere. Il movimento di Dybala che ti fa pensare è che lui vuole impedire la progressione di Benacer e cercare il calcio di rigore.

Questa è la mia lettura. Il VAR? Il nuovo protocollo ha limitato tantissimo l’utilizzo del VAR e torna ad essere l’arbitro protagonista. Un arbitro intelligente lo usa a mio modo di vedere il VAR. Un caso è il clasico di ieri. Il direttore di gara non vede il rigore di Varane, lui non lo chiama, ma lo chiama il VAR. Lui lo va a rivedere e lo dà questo è VAR. Milik? Ci sono stati due episodi dalle dinamiche molto simili.

Santon ha due mani sulla schiena di Milik, Massa valuta correttamente non è una spinta decisiva, ma se Santon affronta un avversario in questo modo è sanzionabile, perché te lo insegnano che in area le mani devono stare larghe. Lo stesso Albiol, non è stato calcio di rigore, ma tu ti sei assunto un rischio. Massa, forse anche in base alla decisione precedente.

Se il regolamento dice che spingere e con le mani sulla schiena è fallo allora tu devi sanzionarlo, perché se è fallo devi impedire che possa essere sanzionato questo tipo di comportamento, se non lo fai ti esponi a dei rischi.Massa ha fatto bene in entrambi i casi a mio modo di vedere. Quello di Milik dal vivo sembrava vero e lì il Var non può intervenire perché solo l’arbitro può saperlo.

Calvarese? Mi veniva in mente, pensando alle cose che dici tu, l’episodio Ronaldo Iuliano, anche Ronaldo si allunga la palla, ma il contatto è decisivo, tanto che Iuliano vola indietro, ma nessuno si è sognato di dire che non era calcio di rigore. Se tu mi vieni addosso e fai in modo che mi vieni addosso e poi ti danno calcio di rigore, mi fa arrabbiare. Nel regolamento non c’ è scritto ingenuità.

Ho scritto oggi per sportmediaset che la Roma è stata molto fortunata a restare in giocoe bravissima a segnare. È stato un Napoli spettacolare e travolgente, ma è mancata la finalizzazione e questo è successo anche l’anno scorso. Ricordate quante volte è successo. Ieri questa cosa è successa per mancanza di lucidità di egoismo. Io dissi che se ci fosse stato Higuaìn chissà quanti gol avrebbe fatto. Il Napoli forse avrebbe vinto due scudetti.

Milik? Lui ha cercato l’angolo. Ieri il Napoli ha costruito 10 15 palle gol. Io ho scritto ieri che il Napoli è la realtà tecnica più importante del calcio italiano. Gioca un calcio di respiro italiano. Poi la Juve ha una squadra fenomenale e Ronaldo è un fuoriclasse assoluto. Ronaldo tra i dieci di tutti i tempi? Guardate io sono anche per il sì . Io metto sempre tra i migliori tre Maradona, Pelè Messi e crujiff. Se si fa una classifica all 10  CR7 ci deve stare, negli ultimi anni è stato decisivo ”.

[df-subtitle]Padovan: “ Milik è un grande attaccante. Un errore toglierlo ieri”[/df-subtitle]

Giancarlo Padovan, giornalista: “Il Napoli ha giocato una grande partita e non era facile dopo la partita di Parigi. Ha giocato una partita di tenuta fisica, quando pensavo che ci fosse anche un calo atletico. Ha avuto un calo dopo il gol della Roma, ma Ancelotti ha detto la verità dicendo che questo Napoli può arrivare ovunque. Il fatto che la Juve sia a + 6 cambia poco. Non ha ancora incontrato squadre top a parte Lazio e Napoli.

Sono squadre temibili Inter, Milan e Roma specie se le incontri in casa. Credo sia importante avere il gioco come riferimento e penso che abbia detto la verità. Milik in difficoltà? Io ho scritto in un pezzo ieri che secondo me è stato persino un errore togliere Milik, perché con una difesa come quella della Roma molto fisica e alta e con tanti cross, circa trentasei, ti serviva un uomo che avesse forza e stesso fisico.

Ti serviva un giocatore con quelle capacità. Non è Cavani, però è un buon giocatore ed è costato anche molto. Poi ricordiamoci che è un titolare della nazionale polacca dove c’è un certo Lewandoski, che lo oscura. Io credo che bisogna puntarci perché ti dà un’alternativa sulle palle alte e gioco di forza. Campionato chiuso? So come la pensate so cosa dite. Io sono fortemente convinto che il campionato sia aperto e possibile e mai come in questo momento penso che sia logico dire che sia un campionato plausibile per tutti.

La Juve ha avuto un aiuto arbitrale, ma Genova e a Empoli ha dimostrato di essere in difficoltà prima e dopo la Champions. E quindi se vuole andare avanti di occasioni del genere ce ne saranno e quindi bisogna stare attenti e il campionato può restare aperto. Arbitraggio pro Juve? Io credo che l’episodio chiave della scorsa stagione sia sulla mancata espulsione di Pjanic.

Stiamo anche parlando di una squadra che ha anche una sua forza e c’ha una debolezza. Ad Empoli davvero poteva venir fuori il pari.  Inter si può inserire? Vediamo, intanto deve giocare a Roma con la Lazio. Se si allarga la lista delle inseguitrici, campionato aperto? Sì perché se si allarga la base la Juve sarà ancor meno tranquilla”.

[df-subtitle]Agresti: “Fabian mi sta entusiasmando”[/df-subtitle]

Stefano Agresti, direttore di Calciomercato.com: “ Vendere Jorginho per Fabian giusto? Effettivamente a me Fabian sta entusiasmando. Ieri ha giocato una partita in certi momenti fantastica. Si adatta a molte  posizioni. Ha tecnica, ha corsa e credo che davvero sia un centrocampista moderno che può lasciare un segno profondo nel presente e nel futuro del Napoli. Credo sia una grande operazione di Giuntoli. Se vediamo altre operazioni il Napoli non ha pagato così tanto.  Se vediamo Cristante costato poco meno, mi sembra un giocatore in involuzione.

Milik non convince? Io credo che Milik è un centravanti con delle grandi qualità, anche se ieri non si sono viste molto. Ieri abbiamo visto le due faccie del Napoli, che ha effettuato molti cross, che quando c’era Milik in campo avevano un senso, quando c’era Mertens un po’ meno. I giocatori della Roma giganteggiavano con maggiore facilità. È ovvio che nel percorso di rafforzamento del Napoli un centravanti come Cavani completerebbe ulteriormente il reparto di Ancelotti.

Stiamo parlando di un campionissimo, uno dei centravanti più forti che ci sono in europa. Milik per non è Cavani perché non ha la sua spietatezza in zona gol. Al Napoli non ha avuto la giusta dose di fermezza ieri? Io credo che il Napoli invece abbia un’ esperienza a livello internazionale e la stanno maturando tutti insieme. Non si può prendere a modello la partita di ieri.

È stata una partita un poco strana. Alla fine poteva terminare anche con una sconfitta. Il gol del pareggio è stato anche un po’ casuale, rispetto alle altre azioni costruite  e non casuali. Io penso che il Napoli stia raggiungendo una dimensione europea. Il fatto che il Napoli abbia inseguito per tutta la partita il pareggio è anche un segnale positivo. Poi è chiaro non si possono vincere tutte le partite. Il percorso di crescita del Napoli non può ritenersi rallentato. 6 punti impossibili da recuperare? C’è una squadre più forte di tutte che ha comprato il giocatore più forte al mondo.

Lo ha dimostrato anche domenica in Barcellona Real Madrid  (scherza ndr). Il valore di Ronaldo si vede più in quello che sta succedendo al Rea piuttosto che alla Juve.Al di là dei sei punti di ritardo, credo che possa pesare il valore aggiunto di Ronaldo. Penso che il Napoli abbia un allenatore che gli consenta di restare in scia. Un aspetto da non sottovalutare è che il Napoli ha affrontato tutte le prime otto, tranne le prime dieci, mentre la Juve molte ne deve affrontare.

Questo non vuol dire che il Napoli rimonti. Certo però che questi sei punti sono anche dati che il Napoli ha affrontato questo tipo di squadre. Non è detto che il Napoli non possa provarci, ma la Juve con Ronaldo non è facile da battere”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

JUVENTUS

Indagine Juventus Comunicato Ufficiale: “La società ha operato nel rispetto delle...

0
Indagine Juventus Comunicato Ufficiale - A seguito del caos degli ultimi due giorni, riguardanti l'indagine per falso in bilancio contro la Juventus, la società...