spot_img
HomeSerieAJuventusRicorso Juve respinto. Come si può migliorare il Napoli? Se ci sarà...

Ricorso Juve respinto. Come si può migliorare il Napoli? Se ci sarà una possibilità, il club interverrà

-

[df-subtitle]De Giovanni: ricorso Juve respinto? Sono anni che ci battiamo, che alziamo la voce contro questo malcostume[/df-subtitle]

Maurizio De Giovanni, Piotr Dumanowski, Jolanda De Rienzo e Fabio Parisi, sono intervenuti in diretta a  “Un Calcio alla Radio”, trasmissione in onda su CRC Targato Italia, per parlare del ricorso della Juve respinto, della possibilità di migliore ulteriormente il Napoli e di altro.

Queste le loro opinioni riportate da EuropaCalcio.it:

Maurizio De Giovanni, scrittore e noto tifoso del Napoli: “Ricorso Juve respinto? Sono anni che ci battiamo, che alziamo la voce contro questo malcostume. Ti dico con molta franchezza che non serve a molto. Vedere il resto dello stadio che spesso intona questi cori fa male. Io credo che solo una penalizzazione in termini di punti servirebbe a qualcosa. Queste squalifiche inaspriscono solo  gli animi.

Si prende atto che almeno non c’è più questo ignorare i cori da parte dell’arbitro. Io sogno il momento in cui qualche arbitro fermi il gioco per questa ragione. Io mi aspetto e vorrei che il capitano della mia squadra faccia uscire la squadra dal campo per rispetto verso i tifosi che li amano e li seguono. Come fanno i giocatori di colore a fronte dei cori razzisti. Sarei felice di vedere la mia squadra perdere a tavolino per protestare contro le discriminazione territoriali. Cori in partita dell’Italia? Ci sono degli spettacoli orribili. Intravedevo la partita della nazionale che non mi appassiona molto.

Vedevo la partita e questo  coro di bambini che sottolineava con una parolaccia il rinvio dei portieri. Che futuro ci aspettiamo se diamo questo tipo di spettacolo e altri ragazzi seguono questo tipo di atteggiamento? Il Napoli  di Ancelotti? I risultati fanno felici tutti. Al di là dello scivolone di Genova che ci può stare, i risultati sono in linea con le migliori aspettative.

Qualcuno sperava che il Napoli facesse risultato a Torino, ma la Juve si è ulteriormente rinforzata e nessuno pensava concretamente che il Napoli potesse vincere. Il Napoli tira più da fuori area perché gioca con un centravanti fisico. Prende molti gol è vero e il problema è il centrocampo. Al Napoli manca un centrocampista fisico.

Allan è ringhioso ma non è forte fisicamente, Hamsik non lo è nemmeno Zielinski e Diawara può farlo, ma non ha ancora maturità. Questo è il motivo per ora. Ci aspettavamo un calendario difficile. Il Napoli non ha giocato contro squadre di seconda fascia, ma ha giocato partite di spessore e quindi questo può aver influenzato i dati in questione. Io li rivedrei a fine stagione ”.

Piotr Dumanowski, giornalista di Eleven Sport: “Milik non ha giocato ieri ? Non lo so sinceramente. Prima della partita tanti esperti hanno detto che avrebbe giocato Piatek. Sono giocatori simili e lui potrebbe essere il partner ottimo per assecondare Lewandowski. Giocare con le due punte contro il Portogallo è stato un errore.

Zielinski? Tutti i nostri giocatori hanno giocato male, lui è stato uno dei migliori, ma non è riuscito ad esprimere il suo talento. Ha giocato da 5 in pagella secondo gli esperti polacchi. Nessuno ha giocato meglio né Lewandowksi o Fabianski o Glik più esperti.

Ha iniziato bene ed è stato l’unico giocatore a giocare allo stesso livello dei portoghesi. Si è arrabbiato molto Lewandowski ed è stato criticato perché uno come lui non può arrabbiarsi. Dove deve migliorare questa Polonia? Purtroppo non c’era il centrocampo. È stata la prima partita in cui è stato utilizzato un 4 3 1 2. Voleva giocare come la Sampdoria , ma la Sampdoria giocava tutti i giorni così.

Si dice che sia stata una scelta voluta dal presidente con Zielinski dietro le punte. Alla fine della partita tanti giocatori hanno detto che non sapevano cosa fare. Al Napoli piace Piatek? Piatek ha una forza incredibile. È come Pippo Inzaghi polacco. È una sorpresa, ma è anche una curiosità. Tutti i giorni leggiamo che le big Barcellona, Atletico Madrid cercano Piatek.

È una cosa che stupisce anche perché lui ha giocato nel campionato polacco che in questo momento non arriva nemmeno in Europa League, ma Piatek stupisce molti tifosi. Boniek dice che lui debba restare a Genova per uno o due anni per crescere. Per ora ha fatto gol a squadre di non alto livello. Se riuscisse a segnare con Juve e Inter, magari a Gennaio lo vediamo al Barcellona (scherza ndr) ”.

Jolanda De Rienzo, giornalista RAI: “Servirebbe una penalizzazione per arginare i cori? In questo senso sarebbe un’ ingiustizia perché questi cori spesso non partono da tutta la tifoseria, ma un gruppo di sciocchi e ignoranti. La multa è giusta e le regole pure. Si pensava che addirittura si sospendesse la gara. È giusto educare negli stadi al giusto comportamento, in modo da non trovarci come la partita tra Italia e Ucraina in cui i bambini insultano con quella parola il portiere.

Se noi per primi stigmatizzassimo certi comportamenti e fossimo i primi a segnalare agli steward questi cori e a segnalare questi comportamenti le regole verrebbero più facilmente rispettate. Napoli di Ancelotti? Ancelotti riesce sempre a sorprenderti perché è un rgande professionista. Per quanto tu lo conosca quando lo vedi all’opera ti sorprende. Cosa ha dato a questa squadra. Sapeva benissimo che il mercato del Napoli non è stato come quelli delle big.

La gestione dell’intero gruppo e di giocatori come Maksimovic che diventano dei titolari aggiunti ha fatto sì che Ancelotti stia portando una grande mentalità. Con la Samp forse c’è stata anche un palo. La sicurezza, l’esperienza e la visione tattica di Ancelotti possono dare una grande mano per far crescere questa squadre.

Elementi della serie B da consigliare al Napoli? Sicuramente il giocatore che sta facendo parlare più di se è Palombi di proprietà della Lazio. In questa fase il Napoli ha un direttore come Giuntoli che è bravissimo. In questo momento in attacco il Napoli è coperto, vedremo se in futuro poi cercherà qualcuno ”.

Fabio Parisi, agente FIFA:Come si può migliorare il Napoli? Non è semplice. C’è una filosofia diversa rispetto a Sarri che magari partiva con i suoi e mettere un elemento a Gennaio era un elemento di disturbo. Carlo è abituato a seguire e a far crescere tutti i suoi giocatori. Se ci sarà una possibilità, il Napoli interverrà. Non dimentichiamo che il Napoli Ghoulam rientrerà a breve, rientrerà Younes che è un grande talento e lo stesso Meret.

Sabaly? Non è venuto perché lo staff medico del Napoli in quel momento ha ritenuto che l’infortunio non fosse una facile situazione e che ci volesse molto tempo per recuperare.  Sta giocando? Sì sta giocando. Non credo ci sono altre motivazioni da parte del Napoli.

Il Napoli ha fatto delle valutazioni sui tempi di recupero e in quel momento hanno deciso di non procedere. Campionato già chiuso? Non è mai chiuso finché non c’è la matematica, anche se la Juventus ha dato un segnale importante. Il campionato non è finito ma hanno messo già un buon divario di punti con le inseguitrici.

Piatek? Il Napoli è attrezzato. Sentendo la proprietà del Genoa che lo considera incedibile non credo possa essere un’operazione semplice. Berardi? Non so non conosco il ragazzo personalmente. Le qualità del ragazzo sono indiscusse. Sarebbe un consiglio per gli acquisti Berardi? Sì si potrebbe anche pensare”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Lotito Kent mercato

Lazio, Lotito: “Ogni valutazione rimandata a giugno”

0
Lazio Lotito - Annata complicata per la Lazio: dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, la squadra è stata affidata al nuovo tecnico Igor Tudor....