REBIC MILAN – Dopo la gara casalinga di domenica scorsa contro l’Udinese, in cui aveva realizzato una doppietta, anche ieri sera Ante Rebic ha regalato 3 punti al Milan, questa volta nell’anticipo di venerdì sera in casa del Brescia.

L’attaccante croato sta vivendo un grande momento, e sta altresì riscattando i primi mesi ampiamente deludenti. Approdato in rossonero nelle ultime ore di mercato dai tedeschi dell’Eintracht Francoforte – con cui nelle tre stagioni precedenti era stato uno dei protagonisti di quella squadra in grado di vincere la Coppa di Germania e di arrivare in semifinale di Europa League -, decisamente difficile è stato il primo periodo a Milano.

Sia con Giampaolo che con Pioli il suo minutaggio è stato molto molto ridotto, e le rare occasioni in cui era stato impiegato – come nella sfida casalinga contro il Napoli – non era mai riuscito a lasciare il segno.

Per nulla a caso a dicembre si facevano le voci di un suo ritorno anticipato in riva al Meno.

Ora però la storia è cambiata, in quanto per l’ex tecnico di Lazio e Fiorentina Rebic è un elemento sempre più importante.

Queste le parole del tecnico a “Milan TV“: “Rebic più motivato? Assolutamente sì, è giusto che sia così. Sta sfruttando questo suo momento ottimale, dobbiamo continuare così. Possiamo fare prestazioni ancora migliori“.

[df-subtitle]MILAN REBIC[/df-subtitle]

Per lo stesso calciatore, questa esperienza a Milano potrebbe anche costituire un’occasione di riscatto. Quella rossonera è la terza esperienza in Italia dell’attaccante, il quale in passato aveva militato anche tra le fila di Fiorentina e – da gennaio a giugno 2016 – Hellas Verona. Tuttavia, né in viola né in gialloblu era riuscito a lasciare il segno: 2 soli gol in A e tante prestazioni opache.

E infatti, quando venne ingaggiato dall’Eintracht ad agosto 2016, in Serie A era ricordato come un autentico flop.

Ma, continuando in questa direzione, Rebic può divenire protagonista, togliendosi questa brutta e scomoda precedente etichetta.

Articolo precedenteJuventus Dybala: “Sono stato vicino ad andare via, Sarri mi ha aiutato”
Articolo successivoMercato Juventus: via Emre Can, arrivano i soldi per…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui