[df-subtitle]Il tecnico del Real per ora è confermato ma la sua posizione è in bilico[/df-subtitle]

Era dalla stagione 2005-06 che il Real Madrid non cominciava così male la stagione. Le sconfitte in 11 gare sono già 4 (l’ultima sabato sera contro l’Alavés) e il digiuno da gol ha toccato quota 409 minuti tra Liga e Champions League. Una situazione che, soprattutto dopo le ultime vincenti stagioni con Zidane, in casa Real non sono abituati a vivere. Una situazione che, ovviamente, ha finito per mettere in discussione la posizione del tecnico Lopetegui.

Posizione che è già stata valutata da Florentino Perez in queste ore: la riflessione ha portato alla decisione di continuare con l’ex ct della Spagna fino al Clasico contro il Barcellona del 28 ottobre prossimo (sempre che non ci siano sorprese).

In caso di sconfitta ci sarebbe l’esonero immediato e i nomi per l’eventuale successione iniziano già a circolare: si tratta di Santiago Solari e Antonio Conte. Il primo, tra l’altro anche ex giocatore dei Blancos, verrebbe promosso dal Castilla e fungerebbe da traghettatore stagionale (un po’ come accadde all’inizio quando Zidane sostituì Benitez…). L’italiano invece, già nei pensieri del Real la scorsa estate, aprirebbe un nuovo ciclo partendo da zero.

20 giorni per Lopetegui per riprendersi il suo Real, altrimenti sarà addio.

Articolo precedenteChievo Verona: D’Anna verso l’esonero, Ventura e Nicola in pole
Articolo successivoJuventus a caccia di record: nel mirino la Roma di Garcia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui