Rafael Leao, attaccante del Milan e della Nazionale portoghese, ha una clausola da 175 milioni di euro: l’Al Hilal disposto a tutto per il 10

Un’ora di gioco opaca, non brillante, con qualche giocata tentata, ma assolutamente non riuscita. La prima di Rafael Leao, attaccante del Milan e all’esordio ai Campionati Europei 2024 in corso di svolgimento in Germania, non è stata certamente da ricordare. Il numero 10 rossonero è stato sostituito dal Commissario Tecnico, Martinez, al minuto sessantatré della gara contro la Repubblica Ceca, nella quale Leao non ha mostrato il proprio immenso talento. In attesa di uno spunto degno di nota in campo, l’estate del portoghese potrebbe vivere un sussulto sul mercato, con l’Al Hilal disposto a pagare la clausola da 175 milioni di euro al club rossonero.

Rafael Leao, venti d’Arabia per il futuro: l’Al Hilal torna alla carica per la clausola

Stando a quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, infatti, il club Campione d’Arabia, che già annovera calciatori del calibro di Milinkovic-Savic, Neymar e Koulibaly, sarebbe disposto a ricoprire d’oro sia il Diavolo che lo stesso attaccante, irrompendo nel futuro meneghino di Leao con offerte da capogiro. Secondo le indiscrezioni raccolte, tuttavia, il calciatore avrebbe espresso preferenza per la permanenza in Europa, forte anche di un contratto con scadenza fissata nel 2028 e rinnovato di recente.

Dunque, anche nel caso l’Al Hilal dovesse riconoscere la cifra monstre al Milan, dovrebbe essere lo stesso venticinquenne a stabilire il proprio futuro, con netta propensione al Vecchio Continente. L’argomento riguardante il possibile assalto arabo nei confronti di Leao è stato dibattuto anche nel corso della terza puntata del Salotto di Calcio Time, in onda lunedì sera.

Oltre all’articolo: “Rafael Leao, venti d’Arabia per il futuro: l’Al Hilal torna alla carica per la clausola”, leggi anche:

    1. Ranieri: “Cagliari impresa insostituibile, restano i tifosi. La Nazionale…”
    2. Udinese, Pozzo autocritico: “Anno particolare, ho avuto paura, il progetto non era questo”
    3. Verona, Sogliano: “Ritorno grande soddisfazione, uniti nelle difficoltà. Baroni, Ngonge, il mercato belga e olandese…”
    4. Verona, Setti: “Senza rivoluzione nessuna salvezza, viviamo di plusvalenze”
    5. Finale Conference League, Fiorentina sconfitta al 115′. Italiano: “Fatto il massimo, manca la malizia”
    6. Finale Europa League, Atalanta batte Leverkusen: Lookman eroe della notte

 

Articolo precedenteIl Como prepara l’ambizioso sbarco in Serie A: accordo con la Roma per Belotti
Articolo successivoMilan, continua l’interesse per Dovbyk

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui