Rafa Benitez: l’ex tecnico di Liverpool, Inter e Napoli, tra le altre, ha descritto la fallimentare esperienza al Real Madrid

La mia esperienza a Madrid? Non mi hanno lasciato vincere”. Sono queste le parole con cui, Rafa Benitez, ex allenatore di Liverpool, Napoli, Inter e Valencia, ha descritto il complicato periodo vissuto sulla panchina del Real post Ancelotti. Il tecnico spagnolo, attualmente svincolato ed in cerca di una nuova esperienza per coronare una gloriosa carriera, ha confessato ai microfoni di Cadena Ser le vicissitudini che hanno portato al suo esonero appena sei mesi dopo la firma sul contratto apposta alla Casa Blanca.

Un’avventura , quella madrilena, cominciata con i migliori auspici e conclusasi appena 18 partite dopo, nel gennaio 2016. Un percorso reso ancor più fallimentare in relazione agli incredibili risultati agguantati dalla squadra con l’arrivo del subentrante Zidane: la tripletta Champions consecutiva. Ecco un estratto delle parole di Rafa Benitez:

La Champions che ha vinto Zidane a Madrid, nel 2016, porta anche la nostra firma: ci classificammo in testa alla fase a gironi. La situazione in Liga, poi, non era stata meno remunerativa: viaggiavamo a due punti di distacco dal Barcellona. Due mesi dopo il mio esonero, il Real ne accumulò ben 12 di ritardo. La squadra era superiore a tutte le altre, soprattutto dal punto di vista fisico. Le complicazioni del mio percorso in merengues sono da attribuire anche ad una difficile gestione dello spogliatoio: non è semplice gestire sette giocatori che pretendono di giocare con continuità. La situazione non riguardava esclusivamente Cristiano Ronaldo. L’andamento dello spogliatoio si rifletteva anche al di fuori del contesto calcistico: la partenza di Casillas, l’arrivo di Keylor Navas, per non parlare dell’arresto di Benzema. Quando tutto si complica nel corso della stagione, paga l’allenatore. A Madrid, ho pagato io”. 

Oltre all’articolo: “Rafa Benitez: “Il fallimento sulla panchina del Madrid? Vi spiego” leggi anche: 

Articolo precedenteBerlusconi: “Il mio Milan la squadra più forte del mondo”
Articolo successivoMercato Inter: la società ha già pronto il sostituto di Dumfries

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui