[df-subtitle]Lo Special One ha le ore contate, decisiva la sfida di domani con il Valencia[/df-subtitle]

La storia tra Jose Mourinho e il Manchester United sembra essere giunta davvero ai titoli di coda. I Red Devils sono capitolati ancora una volta in Premier League contro il non imbattibile West Ham. Un 3-1 che lascia molti interrogativi ma oramai a Old Trafford ci hanno fatto l’abitudine a certi risultati in questo inizio di stagione, ricordando le tre reti incassate dal Brighton o il 3-0 casalingo contro il Tottenham. La compagine di Mourinho è stata addirittura eliminata dal Derby County in Carabao Cup, la settimana scorsa e gli estremi per l’esonero già c’erano insomma.

La squadra non reagisce e lo spogliatoio pare sempre più spaccato. Mourinho ha un approccio irriconoscibile verso i suoi giocatori, criticati dallo stesso Special One. Un qualcosa che non accadeva ai tempi dell’Inter, probabilmente i migliori della carriera dell’allenatore portoghese. A tenere banco è senza dubbio il cattivo rapporto tra Mou e Pogba, addirittura sostituito anzitempo contro lo West Ham assieme all’eterna promessa, Anthony Martial, altro giocatore ai ferri corti con l’allenatore lusitano.

[df-subtitle]Sfide decisive per Mou[/df-subtitle]

Le due sfide che i Red Devils si apprestarono ad affrontare in questa settimana saranno decisive per il futuro di Mourinho. Domani ci sarà il Valencia a Old Trafford e i murcielagos si presenteranno agguerriti per l’appuntamento in Champions League, a maggior ragione dopo la sconfitta all’esordio contro la Juventus. Più abbordabile la sfida di domenica in Premier League con il Newcastle, fermo al terzultimo posto in classifica.

Articolo precedentePazienza, Rossi, Lo Monaco ed Iezzo a Marte Sport Live: Napoli, il discorso Scudetto non è chiuso!
Articolo successivoRoma, Di Francesco: “Parola chiave equilibrio. Dzeko deve trovare il gol, il Viktoria Plzen…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui