PODIO EUROPACALCIO INTER – Una travolgente Inter fa suo il derby della Madonnina e guida il gruppo delle “Europee”. A La Spezia episodio spiacevole; all’Olimpico, Vicario entra nella leggenda.

Podio EuropaCalcio Inter, che voglia! Vicario super

1′ posto
la voglia dell’Inter

Raramente mi era capitato di assistere ad un derby tanto a senso unico. Il risultato, 1 a 0 a favore dei nerazzurri, è quanto di più bugiardo possa ricordare. Il terreno di gioco ha espresso infatti un concetto ben diverso che pone la lente di ingrandimento sulla differenza che oggi esiste tra le due squadre meneghine.

L’Inter è andata a mille sin dal primo minuto ed ha lasciato le briciole alla squadra campione d’Italia, ma lontana parente di quella che da aprile a novembre abbiamo potuto ammirare.

I nerazzurri prendono così le distanze dal gruppetto di squadre che lottano per un posto in Champions. Possiamo prevedere che tra alti e bassi di ogni squadra, sarà una bella lotta alla quale parteciperà pure l’Atalanta.

Un’Inter così può vincere tante partite e anche se al momento il distacco dal Napoli capolista è improponibile, guardare avanti é di fatto d’obbligo per l’ultima squadra italiana ad aver vinto la Champions League.

Podio EuropaCalcio Inter, che voglia! Vicario super

2’posto
la rivalità

L’aspetto che prendiamo in esame è di solito un ingrediente che fa di una sfida, una sfida ancora più avvincente. Tra Spezia e Napoli non corre buon sangue, ne ignoriamo i motivi anche perché mi riesce difficile ricondurre al terreno di gioco l’origine del dissapore. Non ricordo di obiettivi comuni, né in passato, sicuramente nel presente, e senza offesa, temo neanche per il futuro.

Spezia e Napoli corrono su binari diversi e che per il momento impongono due incroci annui. Nella gara di domenica gli Ultras spezzini hanno più volte offeso la memoria di Diego Armando Maradona credendo di recare un offesa ai napoletani.

In realtà la cosa offende un po’ tutti, non tanto per il personaggio tirato in ballo, ma per la bassezza del livello al quale si è arrivati. La notizia è sicuramente una di quelle che gira il mondo da una parte all’altra e a pagarne in termini di immagine é sicuramente la città spezzina. Una brutta storia.

Podio EuropaCalcio Inter, che voglia! Vicario super

3’posto
Stile Vicario

Il ruolo, particolare, del giocatore di non movimento, ossia il portiere, ha raccontato spesso alcune storie affascinanti ed interessanti. Rifacendoci alla storia recente o meno recente del nostro campionato è facile fare un passo indietro e ricordare le parate di Zenga, l’uomo ragno, o gli interventi di piede del compianto Claudio Garella, capace di impreziosire la sua carriera con gli scudetti vinti uno a Verona, l’altro a Napoli.

È probabile che tra qualche anno ancora si parlerà del triplice intervento con cui il portiere Vicario ha impedito alla Roma di arrotondare ulteriormente il risultato contro la sua Empoli. Istinto allo stato puro, prontezza di riflessi. Vicario farà strada e arriverà in una grande, intanto all’Olimpico ha segnato qualcosa in più di un gol.

Articolo precedenteNapoli, occhi su Hojlund se parte Osimhen: sondaggi con l’Atalanta
Articolo successivoFatti interessanti sul poker in un club normale e in un live casino

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui