Podio di EuropaCalcio Atalanta e Udinese outsider, luci a San Siro – Sul gradino più alto del podio premiamo la qualità offerta da Milan-Napoli. Gara europea affrontata con il piglio migliore da entrambe le squadra. Atalanta e Udinese in alto nella classifica. Tanta concretezza e la scommessa che non saranno meteore.

Podio di EuropaCalcio Atalanta e Udinese outsider, luci a San Siro

1’posto
Lo spettacolo di Milan/Napoli

La gara di San Siro tra Milan e Napoli, vinta dagli azzurri, è stata entusiasmante, giocata a viso aperto ed ha dato la possibilità al calcio made in Italy di proporre sul mercato internazionale uno spettacolo di livello alto. Uno scontro diretto che ha visto il Milan avere nelle gambe forse più benzina, ma che alla fine ha visto uscire trionfante da San Siro il Napoli del Cholito Simeone, un gregario di lusso che ha saputo trasformare in oro un cross di Mario Rui. Due protagonisti insoliti che regalano al Napoli un successo che vale il primato in coabitazione con l’Atalanta. Di primati figli di questi mesi, il Napoli ne ha posseduti già parecchi. Il prossimo futuro ci dirà se all’ombra del Vesuvio si può sognare in grande. Per adesso certezze e dubbi sono tanto logiche quanto legittime.

2’posto
l’Atalanta

Ogni anno si rinnova, ma solo raramente riesce a non essere competitiva. La Dea bergamasca è ormai un punto fermo del campionato di Serie A in termini di risultati, concretezza e spettacolo. A Roma, contro Mourinho, l’Atalanta ha messo in campo una qualità che sicuramente è mancata nelle recenti, ed altrettanto straordinarie annate, ossia ha vinto soffrendo con l’asticella della difficoltà puntata verso l’alto. In casa della Roma in questa stagione non sarà facile per nessuno, i giallorossi infatti non possono sbagliare. Una società i cui conti sono, pubblicamente, in rosso ha comunque investito per soddisfare le richieste del tecnico. Arrivi come quelli di Dybala, Matic e Belotti verranno giustificati e santificati soltanto se si arriva in Champions. Affare difficile per tutti.

3’posto
l’Udinese

Davanti ai friulani, in classifica, solo Napoli ed Atalanta. La squadra di Sottil è tanta roba, anche se Simone Inzaghi ha commesso nella gara di domenica un errore fatale levando dal campo Dzeko a vantaggio di Correa che non aveva forse le caratteristiche tanto tecniche quanto caratteriali per risultare decisivo in quel frangente. Un collettivo, quello bianconero, che può vantare individualità forti come quelle di Deulofeu, Rodrigo Becao e Pereyra. Giocatori giovani con voglia di arrivare in alto e strappare la svolta della propria carriera. Aggiungiamo a questo un tecnico, Sottil, che si sta dimostrando pienamente all’altezza della situazione. L’Udinese non sarà una meteora.

Articolo precedenteProssimo tecnico Olympiacos, ipotesi Blanc o Benitez
Articolo successivoIl Chelsea non molla Leao: il portoghese vuole rinnovare col Milan

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui