PIOLI SKY

Dopo Rafa Benitez, Stefano Pioli è stato il secondo ospite di Sky Calcio Club. Di seguito, le sue dichiarazioni principali nella puntata odierna:

GIROUD – “E’ in un momento psicofisico ottimale, grande entusiasmo nell’affrontare il Mondiale e si sta confermando. Sono contento. Mi è bastato fare un paio di videochiamate con lui per capire lo spessore dell’uomo e poi le capacità da calciatore perchè ha sempre inciso, lavora per la squadra, gli assist e la sua generosità“.

LEAO – “I giocatori ai Mondiali Li voglio lasciare tranquilli ma hanno l’obbligo di dirmi come stanno. Il Portogallo sta facendo bene, ha una rosa di qualità alta. Se lo vedi in allenamento, capisci che ha un potenziale incredibile, tecnica e velocità insieme che pochi hanno“.

MONDIALI – “Per un giocatore, è il top, il sogno di tutti i giocatori ma in una settimana buttarsi subito in un torneo così venendo dal campionato credo non sia stato semplice. Credo possa essere stato un bene per rifiatare e i giocatori che non hanno partecipato al Mondiale arriveranno a gennaio in buone condizioni fisiche e mentali“.

ASTORI – “Quello che è capitato ci ha toccato nel profondo, mi ha permesso di crescere e migliorare anche nella gestione della squadra dove ho scoperto situazioni nuove e stare ancora più vicino ai miei giocatori, creare un legame e aiutarci a vicenda“.

PIOLI ALLENATORE – “Soprattutto le esperienze negative sono quelle che mi sono servite di più, fare esami di coscienza e migliorare. L’esonero come arriva è una mazzata, ti impediscono di chiudere e portare avanti un lavoro e all’inizio lo ritieni sempre ingiusto. Passato il momento del dolore, perché hai sempre la sensazione e la volontà di poter riparare situazioni difficili ti metti in discussione e riparti. L’esonero a Palermo? Non mi ero inserito in quell’ambiente, per molti giocatori forse era il momento di cambiare e io non ero entrato nella testa. In quell’occasione l’esonero non mi ha fatto male, Zamparini è stato corretto“.

IL MILAN – “Sempre avuto il supporto dell’area tecnica e tutti eravamo sotto esame. Abbiamo pensato a lavorare e io mi sono sempre sentito bene, poi la presenza di Maldini: serietà, professionalità e DNA da Milan. La partita contro l’Atalanta ha dato il via alla costruzione del nuovo Milan con altre caratteristiche per portare avanti il nostro modo di fare calcio e poi mercato dopo cercato si è costruita la squadra di adesso. Guardo tante partite, Guardiola e il suo recupero palla immediato, Nagelsmann, Klopp… ogni allenatore ha un caratteristica principale da andare a guardare. Poi non tutti gli avversari sono uguali e tutte le situazioni sono uguali”.

IBRAHIMOVIC – “Senza nulla togliere a me o al club, credo che sia stato un fattore determinante nella crescita della squadra. Arrivare in un gruppo così giovane e avere una figura così forte e far crescere una squadra non vincente e non con uno spessore come il suo… il suo esempio, la sua mentalità e capacità di preparazione di ogni allenamento ha alzato il livello della squadra“.

NAPOLI – “Ha grandissima qualità in tutti i giocatori messi in campo, allenato da un grande allenatore. Chiaro che se mantiene questo ritmo e qualità… noi con loro abbiamo giocato un ottima partita e non meritavamo di perdere ma il Napoli in tutte le situazioni è stato pronto a metterci in difficoltà. Non pensavo fosse subito così competitiva e continua dopo i cambiamenti. Il campionato è molto lungo, ci sono tante squadre, anche la mia che possono fare 9-10 vittorie di fila e mettere un pò di pepe“.

JUVENTUS – “Ha quasi mai avuto Di Maria, Pogba e Chiesa. Il livello della rosa è tra le prime del campionato e credo che il livello del campionato si stia alzando, sono diventate complicate e difficili anche le altre partite“.

OLTRE A “PIOLI A SKY…”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Serie B, 14a: emozioni finali Frosinone-Cagliari e tanti pareggi
  2. Verona, Setti-Sogliano-Marroccu: “Insieme per il bene Hellas, cerchiamo impresa”
  3. Verona, Sogliano ritorna in dirigenza: ufficiale
  4. Juventus, Agnelli: “Problema collettivo, Allegri resta fino alla fine”
  5. Festival dello Sport, Batistuta e Zanetti in famiglia tra Serie A e Argentina
  6. Festival dello Sport, Zeman: “Nessun rimpianto, contento se si gioca bene e si fa emozionare”
  7. Ranocchia, messaggio di addio: “Spenta la passione, ricevuto e spero dato”
  8. Italia, Raspadori: “Ambizione, equilibrio, non mettersi limiti. Mi esprimo meglio…”
  9. Brighton, De Zerbi per quattro anni: ufficiale
  10. Inter, Marotta: “Rosa all’altezza gestita bene da Inzaghi, miglioriamo”
  11. Mihajlovic, lettera a Bologna: “Dato tutto, non è stato solo sport”
  12. Napoli-Liverpool, Spalletti: “Sempre grande emozione a questi livelli”
  13. Real Madrid, Casemiro: “Tempo di una nuova sfida. Fosse stato per i soldi…”
  14. Milan, Florenzi: “Cercheremo di ripeterci e fare un passo in più. Origi, Adli…”
  15. Verona, Henry si presenta: “Importante la fiducia, cerco conferme e miglioramenti”
  16. Empoli, Destro: “Si lavora benissimo, grandi obiettivi in annata importante”
  17. Verona, Cioffi si presenta: “Dopo Juric-Tudor una sfida, avanti sulla stessa linea ma…”
  18. Fiorentina, Pradè: “Non si è dato il giusto merito a quanto fatto. Jovic e il mercato…”
  19. Inter, Inzaghi e la nuova stagione: “Percorso che rifarei, possiamo migliorare ancora”
  20. Maglia Verona 2022/2023, presentazione nella “Night” Hellas con la campagna abbonamenti [FOTO+DICHIARAZIONI]
  21. Toronto, Insigne: “Emozionato, impressionato da città e qualità di vita”
  22. Psg, Donnarumma: “Sembra facile ma in Ligue 1 certe gare durissime. Navas…”
  23. Premio Bearzot, De Zerbi vincitore: “Vorrei chiudere una ferita. Pioli, Ancelotti…”
  24. Tottenham, Kane impressionato da Conte: “Approfittiamo di avere uno come lui, esigente in tutto”

PIOLISKY

Articolo precedenteGenoa, Gilardino il sostituto di Blessin?
Articolo successivoJuve, l’avv. Grassani: “Caso più grave di Calciopoli. Le sanzioni…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui