Andrea Pinamonti, centravanti del Sassuolo, ha rilasciato un’intervista nella quale ha parlato dell’errore di Bergamo, contro l’Atalanta

Andrea Pinamonti, suo malgrado, si è reso protagonista di un doppio errore che resterà nella storia di questo campionato, almeno, per il momento, solo dal punto di vista delle statistiche. Dal minuto quarantasei al minuto cinquanta nel corso del primo tempo della gara tra Atalanta e Sassuolo di sabato, con i nerazzurri momentaneamente in vantaggio per 1-0, il centravanti neroverde ha clamorosamente fallito una doppia chance dagli undici metri per riportare i suoi in parità. Cose che capitano, come affermato dallo stesso Pinamonti, il quale prova a guardare già avanti e alla prossima gara con l’Empoli, nell’anticipo in programma sabato. L’errore tecnico di Bergamo, tuttavia, ha generato la solita piaga di questi ultimi tempi: l’odio social.

Diverse persone, a detta dello stesso Pinamonti, hanno invaso di insulti non solo i profili social dell’attaccante, ma anche quelli della ragazza e di alcuni familiari. Una vicenda incresciosa della quale ha parlato il diretto interessato ai microfoni di SassuoloChannel, facendo emergere il lato oscuro del tifo nell’epoca social: “Sportivamente parlando, devo archiviare gli episodi di Bergamo perché possono capitare a tutti, anche se mi è dispiaciuto molto. Adesso, dovrò redimermi facendo due gol all’Empoli e andare avanti per la mia strada, che dev’essere la stessa intrapresa dalla squadra”

“Personalmente, quell’errore ha suscitato un odio incredibile verso la mia persona, cosa che comunque riesco a superare, mentre non può essere lo stesso per i miei cari. A volte, mi chiedo come si possa arrivare a questo e fatico a trovare una risposta. Sono cose extra-calcio, ne sono consapevole; perciò, non voglio fare la vittima e voglio solo guardare oltre. Sono riuscito a migliorare da quel punto di vista, non facendomi condizionare dall’odio che circonda le persone, ma non è semplice. C’è troppa cattiveria al di fuori”, ha chiosato Pinamonti.

Articolo precedenteAgente Hamsik: “Un giorno tornerà a Napoli. Sul ruolo vi dico…”
Articolo successivoUdinese, Lucca sicuro: “Arriverà una salvezza tranquilla”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui