[df-subtitle]Paulo Sousa ha parlato in esclusiva Sky Sport[/df-subtitle]

Paulo Sousa, ex giocatore della Juventus ed allenatore della Fiorentina è stato intervistato da Sky Sport dove, fra i vari temi,  è emerso in particolare un desiderio di panchina nella Capitale. Così il portoghese:

Squadra fortissima, rosa ampia e di qualità. Roma non è Firenze, è una piazza che deve vincere e giocare bene, abituata a questo. A me piacerebbe allenare la Roma, l’ho sempre detto. Dopo la Fiorentina le mie aspettative erano alte, volevo allenare una squadra con l’obiettivo di vincere il campionato e competere fino alla fine in Champions. E’ il mio target, poi ho preso altre decisioni. Mi piace l’Italia, sono cresciuto molto, è tutto più impegnativo“.

Il suo ritorno a Firenze: “Non mi aspettavo l’emozione che ho vissuto, passeggiare verso la tribuna mi ha fatto un effetto che non mi aspettavo, mi sono sentito a casa”.

Su Bernardeschi:Vivere la Juve nel suo ultimo step di maturità… non poteva essere migliore”.

Su Federico Chiesa: “Base straordinaria, familiare e sua. In diversi aspetti lo paragono a Cristiano Ronaldo per la fame di superarsi, fare gol, essere migliore e battere tutti i record. Questa è la città giusta per creare una cultura di vittoria straordinaria, per me è predestinato ad arrivare ad uno step dove può vincere tutto. Non è il momento”.

Sul campionato:Inter costruita benissimo, allenatore con molta esperienza, grande forza fisica. La Juve è come sempre, grandi acquisti, sempre i migliori e ha questa cultura. L’impatto di Cristiano è importante per tutto il calcio italiano“.

Articolo precedenteTuttosport – Napoli – PSG, i francesi verso la difesa a 3 al San Paolo
Articolo successivoPsg, Marquinhos: “Dobbiamo giocare come nel secondo tempo contro il Napoli”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui