[df-subtitle]Accolto parzialmente il ricorso dei ducali[/df-subtitle]Giornata importante per il Parma che si ritrova senza i 5 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato, e vede ridotta anche la squalifica dell’attaccante Emanuele Calaiò. La Corte Federale d’Appello, infatti, ha parzialmente accolto i ricorsi presentati dai ducali in merito alla sanzione di -5 punti e alla squalifica di  2 anni combinata a Calaiò.

Il club emiliano dovrà pagare un ammenda di 20mila euro, mentre la squalifica dell’attaccante durerà fino al 31 dicembre 2018. Respinto invece il ricorso del Palermo.

Di seguito il comunicato della FIGC:

1. Ricorso Calc. CALAIO’ EMANUELE (all’epoca dei fatti tesserato per la società Parma Calcio 1913 Srl) avverso le sanzioni: – squalifica di anni 2; – ammenda di € 20.000,00; inflitte al reclamante per violazione dell’art. 7, commi 1 e 2 C.G.S. seguito deferimento del Procuratore Federale – nota n. 169/1349 pf 17-18 GP/GT/ag del 5.7.2018 (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 9/TFN del 23.7.2018)

2. Ricorso PARMA CALCIO 1913 SRL avverso la sanzione della penalizzazione di punti 5 in classifica da scontarsi nella S.S. 2018/19 inflitta alla reclamante per violazione degli artt. 7, comma 2 e 4, comma 2 C.G.S. seguito deferimento del Procuratore Federale – nota n. 169/1349 pf 17-18 GP/GT/ag del 5.7.2018 (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 9/TFN del 23.7.2018)

3. Ricorso US CITTA’ DI PALERMO SPA avverso l’incongruità della sanzione inflitta alla società Parma Calcio 1913 Srl seguito deferimento del Procuratore Federale – nota n. 169/1349 pf 17-18 GP/GT/ag del 5.7.2018 (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 9/TFN del 23.7.2018)

4. Ricorso AC CESENA SPA avverso la sanzione della penalizzazione di punti 15 in classifica da scontarsi nella S.S. 2018/19 inflitta alla reclamante per violazione dell’art. 4, commi 1 e 2 C.G.S. seguito deferimento del Procuratore Federale – nota n. 14003/670 pf 17-18 GP/GC/blp del 25.6.2018 (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 10/TFN del 25.7.2018)

5. Ricorso VIRTUS ENTELLA SRL avverso l’incongruità della sanzione inflitta alla società AC Cesena SpA seguito deferimento del Procuratore Federale – nota n. 14003/670 pf 17-18 GP/GC/blp del 25.6.2018 (Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – Com. Uff. n. 10/TFN del 25.7.2018)

ACCOGLIE PARZIALMENTE i ricorsi del Calaiò e della società Parma Calcio e, riqualificati i fatti ai sensi dell’art. 1 bis C.G.S. ridetermina le sanzioni nei seguenti termini:

– squalifica sino al 31.12.2018 e ammenda di € 30.000,00 al calc. Calaiò Emanuele;

– ammenda di € 20.000,00 alla società Parma calcio 1913 S.r.l..

RESPINGE il ricorso della società U.S. Città di Palermo S.p.A.

ACCOGLIMENTO del motivo di appello formulato dalla società A.C. Cesena S.p.A., RIMETTE gli atti al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare per la trattazione della presente controversia unitamente a quella concernente gli altri soggetti riguardati dal deferimento n. 670 del 25.6.2018

 

Articolo precedenteUEL, l’Atalanta vede i play off: poker all’Hapoel Haifa
Articolo successivoMilan: Nikola Kalinic all’Atletico Madrid, ecco le cifre

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui