Dopo il pesante ko casalingo di domenica scorsa contro il Bologna, l’Inter cerca riscatto in casa del Parma, reduce invece dal prezioso 3-3 conquistato in casa della Juve.

A inzio gara è il Parma a rendersi percioloso. Già al 3′ va vicinissimo al gol con tocco di Kucka sugli sviluppi di un corner. L’Inter sembra tramortito e fatica ad affacciarsi verso la porta di Sepe. E più tardi Gervinho sfiora la marcatura con un potente tiro che si stampa sulla traversa.

Ma dopo il 25′ i nerazzurri iniziano ad attaccare con maggiore frequenza. Il migliore è Nainggolan, bravo ad avviare diverse occasioni, e la vera azione pericolosa è di Perisic, che impegna Sepe. Icardi, invece, fatica a rendersi pericoloso. Si chiude sullo 0-0 il primo tempo.

Nella ripresa l’Inter è molto più aggressivo, e al 46′ Sepe dico no a un tiro ravvicinato di Nainggolan deviando in corner. Dal conseguente tiro dalla bandierina segna D’Ambrosio, ma l’arbitro Irrati annulla dopo il consulto del VAR: il terzino ha segnato con il braccio.

A decidere la partita è uan rete di Lautaro Martinez, subentrato al 77′ a Joao Mario: l’attaccante argentino sfrutta al meglio un assist perfetto di Nainggolan e con una conclusione sotto la traversa gonfia la rete. L’Inter è in vantaggio. Poco dopo i nerazzurri hanno un’altra ottima chance con Vecino e Brozovic, ma nulla da fare.

Finisce così, con la squadra di Spalletti che ritrova un successo fondamentale.

Articolo precedenteLiga: Atletico Madrid-Real Madrid 1-3, merengues al secondo posto
Articolo successivoBundesliga: rallenta il BVB e il Bayern si avvicina. Crollo Gladbach

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui