EuropaCalcio.it ha intervistato in esclusiva Paolo Esposito, giornalista, ideatore e conduttore della trasmissione televisiva di calcio “Area di rigore”, che ha detto la sua sul mercato del Napoli.

Questi i temi trattati da Paolo Esposito.

Questione rinnovi: Mertens e Ospina saluteranno a fine stagione?

“In questo momento, Aurelio De Laurentiis non pensa a rinnovi ed altro. Pensa di ritornare in Champions. In questo caso, cambierebbero gli scenari. De Laurentiis ha molta stima non solo nel calciatore Mertens, ma anche nell’uomo.
Ritengo che Mertens possa giocare ancora 1 anno o 2 nel Napoli, naturalmente ad un ingaggio molto ma molto più basso di quello in essere e poi cominciare, sempre a Napoli, la carriera di dirigente. Per quanto riguarda Ospina, non resterà al Napoli al 99% perché De Laurentiis punta da sempre su Meret e ha sentito Pastorello per gli auguri di Natale: stanno parlando di allungare il contratto del portiere friulano al 30 giugno 2027.
Sarà lui dal 1° luglio prossimo il portiere titolare del Napoli. Senza se e senza ma. Gli sarà affiancato un numero 12 senza alcuna pretesa se non di fare panchina ed essere utilizzato solo in caso di necessità”.

Fuori Manolas e dentro Tuanzebe. Crede che il Napoli è completo in tutti i reparti?

“Il Napoli non ha fatto nulla in questo mercato di gennaio per 2 motivi. Il primo, perché non aveva risorse economiche per farlo, visto che sono 2 stagioni che chiude il bilancio in netto rosso ed il Napoli non ha alcuna Holding alle spalle che possa ricapitalizzare per appianare le perdite, a differenza della Juventus con la Exor.
Il secondo motivo, perché tutto sommato, non aveva bisogno di stravolgere la rosa che invece è molto competitiva, anche in proiezione. Ha dato via l’indolente Manolas, che ha dato molto poco al Napoli, nella sua esperienza partenopea, che tra l’altro, guadagnava oltre 4 milioni netti all’anno e aveva altri 2 anni di contratto. Il Napoli ha fatto un affarone dandolo via. Perché oltre a liberarsi di un contratto ormai insostenibile, ha racimolato pure qualche milione di euro dalla società greca dell’Olimpiakos Pireo. Ha preso il giovane Tuanzebe che si renderà utile alla causa. Poi si vedrà, se ci saranno gli estremi per acquisire il suo cartellino l’estate prossima. A me piace. Può avere un futuro al Napoli”.

Su quale calciatore dovrebbe puntare il club partenopeo per il dopo Insigne?

“Il Napoli, molto probabilmente, darà via Lozano a giugno. E quindi si dovrà preoccupare non solo del sostituto di Insigne ma anche di quello del messicano. Ma ripeto, ad oggi il Napoli è concentrato solo sull’approdo in Champions League. Tutti i nomi che si leggono su siti e quotidiani in questi giorni, sono pura fantasia”.

Che tipo di mercato sta pianificando il Napoli in vista della prossima annata?

“Dipenderà tutto dalla qualificazione in Champions o in Europa League la prossima stagione. De Laurentiis e Giuntoli hanno un piano A e un piano B. In questo momento, non possono impegnarsi con nessun calciatore e con nessuna società. Punto”.

Articolo precedenteBotman, l’agente: “il Milan è un club molto prestigioso, in Estate…”
Articolo successivoJuve tutta italiana: Cambiaso vicino e Cherubini blinda Fagioli

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui