Panchina Barcellona: l’addio, ormai quasi scontato, di Xavi Hernandez aprirebbe nuovi clamorosi scenari sull’asse Milano-Oporto

Tra Milano, Barcellona e Oporto, c’è un trittico di società in attesa di capire a quali figure affidare la guida delle rispettive squadre in vista della prossima stagione. L’indiscrezione, sempre più consistente con il passare delle ore, secondo cui Xavi Hernandez, tecnico del Barcellona, ha esaurito il proprio tempo sulla panchina dei blaugrana, malgrado le smentite di rito degli scorsi giorni, potrebbe scatenare un effetto domino tra Milano e Oporto, laddove, Sergio Conceicao, tecnico dei Dragoes, potrebbe salutare il club da lunedì 27 maggio, data successiva alla finale di Coppa del Portogallo, contro lo Sporting Lisbona.

Al contempo, le candidature di questi due tecnici potrebbero rappresentare fedelmente l’identikit stilato dal Diavolo per il nuovo allenatore chiamato a sostituire il sicuro partente Stefano Pioli, con il tecnico parmense che non ha nascosto una certa emozione nel considerare, ormai, terminata la propria avventura al Milan nel corso della conferenza stampa che ha anticipato la trasferta di Torino, in programma nell’anticipo di domani. Le primarie stilate dal Barcellona per la nuova guida tecnica, intanto, stando a quanto riportato da AS, avrebbero già decretato i principali candidati per il nuovo corso blaugrana.

Panchina Barcellona: la scelta scatenerebbe un effetto domino

I profili sondati sarebbero quelli dello stesso Conceicao, impegnato in una corsa tutta lusitana con Fonseca per la guida dei rossoneri, con il secondo favorito; Hansi Flick, tecnico in orbita Bayern Monaco, altro club a caccia di un allenatore dopo il netto rifiuto di Tuchel di rinnovare il contratto. L’ultima, ma non ultima soluzione, quella meno dispendiosa economicamente e, al momento, la più accreditata, porterebbe alla promozione di Rafa Marquez dalla squadra B, con il Barcellona che si chiamerebbe, dunque, fuori dal trittico di enigmi di altrettante società in cerca di un allenatore.

Articolo precedenteDalla Germania: Hertha Berlino, in arrivo Demme a parametro zero
Articolo successivoJuventus, ufficiale l’esonero di Allegri: l’esito dell’incontro tra tecnico e società

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui