[df-subtitle]La nuova dirigenza del Palermo ha fiducia per la risoluzione del problema avuto ieri[/df-subtitle]

La notizia dell’esclusione del Palermo dalla Serie B per non aver presentato in tempo i termini d’iscrizione previsti, ha gettato nello sconforto l’intera piazza e creato caos nei pressi dello stadio Renzo Barbera durante la scorsa notte. I tifosi rosanero hanno subito manifestato il proprio malumore riversandosi nei pressi dello stadio, costringendo le forze dell’ordine ad intervenire per placare gli animi accesi. I siciliani sono stati esclusi dal prossimo campionato cadetto a causa della mancanza della fideiussione necessaria per l’iscrizione, con i termini scaduti questa notte a mezzanotte.

La dirigenza ha fatto subito sapere che si è trattato di un “problema tecnologico”, il quale ha impedito che tutta la documentazione – spedita ieri alle ore 23:59 dopo un primo tentativo effettuato verso le 21:00 – arrivasse per tempo.

Le parole di Tuttolomondo

Ci ha pensato questa mattina in conferenza stampa il nuovo patron Salvatore Tuttolomondo a provare a tranquillizzare l’intera piazza palermitana:La polizza sta arrivando via PEC a noi e alla Lega di Serie B. Fideiussione? Non abbiamo alcuna preoccupazione circa l’iscrizione al prossimo campionato. La comunicazione alle 23.59? Ce n’è stata una poco dopo le 21 e poi quella delle 23.59 con tutta la documentazione. I problemi sono stati di natura tecnica dalla piattaforma che dovevamo utilizzare per completare l’iscrizione. L’impedimento è stato di forza maggiore e non nostro, non è un adempimento. Sono qui per dire che abbiamo adempiuto a tutte le richieste necessarie per l’iscrizione al prossimo campionato di Serie B. Una situazione che non può essere smentita. Aspettiamo per i prossimi minuti la conferma dell’arrivo via PEC della polizza. Siamo qui e abbiamo sottoscritto un impegno con la città che abbiamo mantenuto“.

I termini però – come detto – sono scaduti e la Lega di Serie B potrebbe comunque non accettare la documentazione nonostante il problema tecnico sorto e denunciato. Il presidente ha fatto sapere che, in caso di mancata iscrizione, il Palermo si batterà in ogni sede per far valere le proprie ragioni.

Articolo precedenteMercato Juventus, Higuain è sempre più lontano dai bianconeri
Articolo successivoDi Biagio lascia l’Italia U21: “Fatto ottimo lavoro negli anni”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui