PADOVA ARZIGNANO – Gara importante questa all’Euganeo, dove il Padova affronta i vicentini dell’Arzignano. La gara è accesa sin da subito, con gli ospiti che si rendono pericolosi già al 2′.

Cinque minuti dopo ecco il primo tiro in porta del Padova, che avviene con Bunino, ben assistito da Baraye. L’Arzignano è ben schierato in campo, e i padroni di casa faticano a impostare e a costruire.

Al 20′, su contropiede del Padova, Germano viene steso da Perretta, il quale viene ammonito. Poco prima anche Lovato aveva preso il cartellino giallo.

Poco dopo la squadra di Sullo ottiene un calcio di punzione da posizione interessante, sul pallone va Ronaldo ma il suo tiro colpisce la barriera, nulla di fatto.

Al 37′ tentativo del Padova con Santini, servito da Baraye, ma il suo tiro non è potente e Tosi blocca senza problemi. Un minuto più tardi ci prova Kresic dal limite dell’area, ma il difensore sloveno non inquadra la porta. Al 41′ biancoscudati pericolosi con Baraye, il quale tira da posizione angolata verso l’incrocio, ma l’Arzignano si salva in corner.

Sul finire della prima frazione ecco la rete del Padova: punizione di Ronaldo, e Kresic che svetta di testa e non lascia scampo a Tosi.

PADOVA ARZIGNANO – Nella ripresa padroni di casa subito pericolosi con Castiglia, ma il suo diagonale è ribattuto da Barzaghi.

Al 52′ l’Arzignano ottiene un calcio di rigore per un fallo di Ronaldo su Cais. Dal dischetto va Maldonado ma Minelli intuisce e para! Sul ribaltamento di fronte Castiglia sfiora il 2-0.

E al 55′ Bunino va molto vicino al gol con un pallonetto, ma Tosi devia in corner. Entrambi i tecnici effettuano un doppio cambio: nell’Arzignano escono Balestrero e Patterello per Valagussa e Ferrara, mentre nel Padova fuori Santini e Castiglia, dentro Mokulu e Buglio.

Al 71′ è il turno di Sylla e Soleri, che entrano al posto di Fazzi e Bunino. Sei minuti più tardi contropiede avviato da Mokulu, ma Germano spreca sbagliando il cross. Poco più tardi il Padova sigla il raddoppio grazie a un potente tiro di Buglio da fuori area.

All’84’ granze azione di Baraye proseguita da Soleri e Mokulu con il pallone che finisce sul palo, sugli sviluppi conclusione da fuori di Sylla ma Tosi para.

Non succede nulla fino al triplice fischio: la squadra di Sullo si porta a quota 22 punti e prosegue la sua cavalcata.

 

PADOVA (3-5-2): Minelli; Pelagatti, Kresic, Lovato; Fazzi (71′ Sylla), Germano (78′ Mandorlini), Ronaldo, Castiglia (58′ Buglio), Baraye; Bunino (71′ Soleri), Santini (58′ Mokulu).  All.: Sullo.

ARZIGNANO (4-3-3): Tosi; Tazza, Bachini, Pasqualoni, Barzaghi; Maldonado (79′ Hoxha), Perretta (84′ Russo), Balestrero (58′ Valagussa); Cais, Piccioni (78′ Anastasia), Pattarello (57′ Ferrara). All.: Colombo.

Arbitro: Fiero (ITA)

Ammoniti: Lovato, Fazzi (P), Perretta, Balestrero, Valagussa (A)

Reti: 45′ Kresic, 76′ Buglio

Articolo precedenteBoban svela il progetto Milan: “Io e Paolo vorremmo risultati immediati, Elliott…”
Articolo successivoPremier League: Tonfo City contro i Wolves, Liverpool in fuga a +8

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui