[df-subtitle]La sosta dei campionatinon ha significato solamente UEFA Nations League con le cocenti delusioni per la Nazionale maggiore, ma ha visto in campo anche le giovanili con le partite di Under 17, 18, 19, 20 e 21[/df-subtitle]

UNDER 17
La Nazionale Under 17 di Nunziata vince il prestigioso torneo Quattro Nazioni contro Israele, Olanda e Germania. I giovani azzurrini dopo la netta vittoria 5-2 contro Israele e per 2-1 contro l’Olanda nella partita decisiva contro i pari età tedeschi pareggiano 2-2 e portano a casa il torneo. Protagonisti del Torneo: Esposito attaccante dell’Inter, Colombo attaccante del Milan (già presente negli scorsi mesi nella rosa vice campione d’europa Under 17) e Lipari attaccante della Juventus che segna il gol decisivo contro la Germania.

Questo il commento di Nunziata al termine delle tre partite:

“Al di là della vittoria sono contento per il tipo di esperienza che i ragazzi hanno fatto in questo Torneo: i primi 20’ sono stati terribili e, nonostante fossero sotto di due gol sotto, non hanno mai mollato e sono riusciti a rimontare”.

“Con un gruppo così disponibile il lavoro è più facile. Certo, siamo agli inizi e bisogna ancora migliorare. Ho avuto la possibilità di vederli tutti sul campo e avere una visione d’insieme, lavoreremo per essere pronti per il torneo di qualificazione”.

Prossimo appuntamento dal 27 ottobre al 2 novembre in Croazia per la prima fase di qualificazione all?europeo di categoria.

UNDER 18
L’Under 18 torna in campo dopo la doppia amichevole del mese scorso contro la Slovenia, in amichevole contro la Serbia allo Zemun Stadium’ di Belgrado. Gli azzurrini vincono per 2-0 grazie ai gol dello juventino Petrelli e del milanista Sala.

Queste le parole del tecnico Franceschini: “Mi fa piacere vedere che i ragazzi stanno crescendo, che hanno fiducia nei propri mezzi e mostrano di avere personalità. La Serbia è una squadra molto fisica e ci ha messo in difficoltà, ma siamo riusciti a portare a casa il risultato attraverso una buona prestazione”

UNDER 19
Doppio test amichevole contro il Portogallo per l’Italia Under 19. Nella prima sfida vincono i lusitani di misura grazie a un gol di Tiago Silva, mentre nella seconda partita rivincita azzurra che sconfigge il Portogallo nettamente per 3-1. Vanno in gol il gioiellino della Roma Riccardi, Piccoli e sul finale 3-1 di Fagioli, altro gioiello (in bianconero) della nazionale Under 19.

Questo il commento di Federico Guidi, selezionatore della nazionale Under 19: “Un’ottima partita giocata con intensità e qualità dove ci sono stati molti progressi rispetto alla prima amichevole di tre giorni fa persa di misura (1-0) durante la quale, nonostante il buon gioco, si erano evidenziate alcune lacune a cui abbiamo messo mano. Una vittoria meritata: i ragazzi oggi hanno messo in pratica i concetti di gioco proposti durante tutto il raduno e i risultati si sono visti. La ampia rotazione di oggi mi ha dato la possibilità di visionare tutti i giocatori a mia disposizione e le conferme che ho ricevuto, mi fanno ben sperare”.

UNDER 20
È forse la nostra Under più importante; i ragazzi di Nicolato dopo l’argento (come Under 19) all’ultimo Europeo, si preparano per il Mondiale polacco del prossimo anno con il torneo 8 nazioni. Proprio in Polonia si gioca contro i padroni di casa la prima partita del torneo, questo il resoconto tratto dal sito della figc:

A Lodz inizia con il piede giusto la Nazionale Under 20, che nel Torneo ‘8 Nazioni’ comincia la sua avventura con un secco 3-0 assestato alla Polonia. Una doppietta di  Kean e la rete di Scamacca piegano i polacchi e l’accoppiata del gol che ha fatto sognare gli italiani durante l’Europeo finlandese Under 19, si ripropone cinica ed efficace. Teatro di questa prima vittoria nel Torneo, il Miejski Stadion che il prossimo anno ospiterà la partita inaugurale e la finale del Campionato Mondiale di categoria. Un match che ha avuto l’Italia come unica protagonista, sempre attenta durante la fase difensiva, ordinata nelle trame di centrocampo e letale sulla tre quarti avversaria.

Gli Azzurrini partono subito forte e si portano in vantaggio al 4’ grazie a Kean, che raccoglie un traversone dalla destra e batte imparabilmente l’estremo difensore della Polonia. Il bandolo del gioco rimane sempre in mano alla squadra di Nicolato e al 37’, complice un pasticcio della difesa polacca con il portiere che raccoglie in area un retropassaggio del difensore, l’arbitro concede una punizione a due in area e Scamacca non perdona. Si chiude la prima frazione di gioco, ma nella ripresa la musica non cambia. Il solito Kean al 66’ triangola sulla destra con Capone e realizza la terza e definitiva rete del match.

Raggiante Paolo Nicolato, che loda i suoi: “Una bellissima prestazione da parte di tutta la squadra, una prova corale data soprattutto dallo spirito di sacrificio e dalla grande disponibilità di tutti a mettersi a disposizione del gruppo. Una squadra questa che nonostante cambi spesso i suoi interpreti, cerca e trova le soluzioni per mettere nella giusta carreggiata i match”. Una parola in più su Kean, che sostituito all’89’ ha ricevuto una standing ovation da parte dei 5000 spettatori presenti allo stadio: “Un ragazzo che sa mettersi al servizio della squadra e che non si risparmia mai durante l’arco di tutta la partita”.

UNDER 21
Chiudiamo con l’Under 21 di Di  Biagio, selezione già qualificata per la fase finale del prossimo europeo che si giocherà proprio in Italia e dove gli azzurrini saranno tra i favoriti per il successo finale. C’è tanto da lavorare per il selezionatore, perché l’Italia non parte col piede giusto; è pesantissimo infatti il 3-0 subito in Slovacchia dai pari età padroni di casa, soprattutto per un nazionale che ha tanta abbondanza e tanti giocatori titolari in Serie A.
Dopo l’umiliazione slovacca, l’Under 21 di Di Biagio batte i pari età albanesi per 3-1, ma il risultato è più netto di quello che si è visto in campo. L’Italia, dopo essere passata in vantaggio con un gran gol di Dimarco (giocatore che meriterebbe più chance in Serie A), viene raggiunta sul finale da un Albania che sfiora il pareggio più e più volte. Dopo aver subito il gol del pareggio gli azzurrini si svegliano dal torpore e segnano due gol in pochi minuti in pieno recupero con Murgia e Parigini.

Articolo precedenteVerso Udinese – Torino: il punto della situazione
Articolo successivoTottenham: contro l’Inter mancheranno Alli e Lloris

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui