La Nations League, manifestazione giunta alla terza edizione, nata qualche anno fa per volontà dell’Uefa per incrementare l’interesse delle partite nell’intervallo tra un europeo, un mondiale e relative qualificazioni, sostituendo le quasi inutili amichevoli; e di fatto migliorando il ranking delle nazionali, riparte tra qualche settimana con gli ultimi due turni dei gironi eliminatori.

La squadra che ha più impressionato finora è stata l’Olanda. Gli Orange di Van Gaal sono in testa al loro girone con 10 punti, dopo aver stravinto in Belgio per 4-1, dominando la forte squadra di Roberto Martinez. La qualificazione alle semifinali è cosa oramai fatta, a meno di un harakiri in terra polacca e poi in casa con il Belgio.

Una rosa, quella orange, ricca di talenti – molti scuola Ajax – ma nessun nome veramente altisonante da far tremare i difensori avversari. Eppure, il gioco totale, veloce, a tutto campo, con pressing altissimo e propensione continua all’attacco rendono l’Olanda un avversario temibile per tutti.

La rosa degli Orange

In difesa, De Ligt, De Vrij, Dumfries e Hateboer portano la loro esperienza di calcio italiano, dove la fase difensiva tecnico-tattica è riconosciuta a livello internazionale. Se è vero che all’Italia si rimprovera qualcosa, non è certo la capacità di difendersi, semmai di attaccare.

Dunque, l’Olanda un po’ italiana in difesa, può vantare a centrocampo altri giocatori che militano in club italiani; Koopmeiners che sta impressionando nell’Atalanta capolista, e Wijnaldum alla Roma, purtroppo ora vittima di un infortunio.

In attacco, non manca la qualità unità al dinamismo. In primis, quel Depay che gioca nel Barcellona, il più esperto, mentre i giovani Gakpo e Weghorst hanno davanti un futuro promettente.

I possibili avversari in Nations League

Negli altri gironi la situazione è ancora fluida, e tutto può succedere.

Detto che la Francia Campione del mondo è già eliminata dalla possibilità di accedere alla Final Four, nel gruppo 1 si contendono il primo posto Danimarca e Croazia, con i croati favoriti per via dello scontro diretto vinto a Copenhagen.

Nel gruppo 2, è sfida aperta tra Spagnoli e Portoghesi: questi ultimi, dopo il pari strappato in Spagna, sembrerebbero avvantaggiati. I bookmakers, osservando le scommesse Nations League, danno però favoriti gli iberici per il passaggio del turno a 1.30. Il Portogallo invece è a 2.25.

Nel gruppo dell’Italia, la sorprendente Ungheria è in testa al girone. Ma dopo il pesante 5-2 inflitto dalla Germania ai Campioni d’Europa, i tedeschi sono i favoriti per la vittoria del girone, a 1.65. Poche chance per gli azzurri a 3.65.

Si prospetta dunque una Final Four, se i pronostici saranno rispettati, con Olanda, Germania, Spagna e Croazia. E gli Orange di Van Gaal si giocheranno fino all’ultimo le loro possibilità di alzare un trofeo internazionale che manca da troppo tempo!

Articolo precedenteMonza, Galliani: “Palladino mister del futuro, la scelta…”
Articolo successivoRoma, Zaniolo: “Rinnovo? C’è tempo, voglio vincere altri trofei qua”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui