NAPOLI OSIMHEN – Arrivato dal Lille la scorsa estate con l’etichetta di giocatore più pagato nella storia del club, i primi mesi di Victor Osimhen Napoli non sono stati esattamente semplici.

I tanti problemi fisici hanno condizionato la prima annata del nigeriano in Italia, resa travagliata da un serio problema alla spalla seguito anche dal Covid. Gattuso non ha potuto contare sul suo numero 9 per larghi tratti della stagione, non certo un alibi, ma sicuramente una delle valide spiegazioni delle brutte cadute avute dal Napoli nel corso della stagione, vedi sconfitte contro Spezia, Verona, Genoa Granada.

Dopo le prime due reti contro Atalanta e Bologna, la stagione di Osimhen ha preso dunque una strada fortemente in salita. Nonostante le difficoltà più fisiche che tattiche, lo scetticismo di molti è aumentato settimana dopo settimana, soprattutto in virtù dei circa 80 milioni di euro tra cartellino e bonus, che il Napoli ha versato nelle casse del Lille un’estate fa.

NAPOLI OSIMHEN – E forse non è un caso che il cambio di marcia del Napoli nel giorne di ritorno, sia coinciso con il ritorno in campo con continuità di Osimhen. Sia da titolare che da subentrante, il rendimento del bomber nigeriano ha avuto una svolta notevole rispetto alla prima metà di stagione.

Solo due centri in undici partite nella fase iniziale. Dal ritorno con il Bologna in poi, nello stesso numero di partite giocate, le reti sono diventate otto, di cui sette negli ultimi otto incontri.

NAPOLI OSIMHEN – La doppietta contro lo Spezia significa quarta gara consecutiva a segno con annessa doppia cifra in Serie A. Sembrerà poco, ma in poco più di 1300 minuti giocati, la media gol dell’attaccante che a dicembre spegnerà 23 candeline, è da grande giocatore.

Gattuso può finalmente sorridere: Osimhen è tornato, o forse, è finalmente arrivato. L’accesso del Napoli alla prossima Champions League passa anche e soprattutto dai suoi gol. E chissà come sarebbe andata se Osimhen fosse stato il centravanti del Napoli anche nelle tante giornate di assenza. Magari il risultato sarebbe stato lo stesso, ma magari ora a Napoli si parlerebbe di altro.

 

OLTRE A “NAPOLI OSIMHEN” LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteFuturo Borja Mayoral, Mourinho lo vuole confermare
Articolo successivoVerona-Torino 1-1, Benevento-Cagliari 1-3: il pomeriggio in chiave salvezza

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui