spot_img
HomeSerieANapoliNapoli, Lobotka: "Qui il calcio è una religione. Sono al settimo cielo"

Napoli, Lobotka: “Qui il calcio è una religione. Sono al settimo cielo”

-

Napoli Lobotka – Dopo l’ufficialità di Demme, il Napoli ha ufficializzato anche l’arrivo di Lobokta. Il centrocampista slovacco arriva dal Celta Vigo, per rinforzare e portare qualità alla squadra di Gattuso. Oggi, il nuovo acquisto azzurro ha parlato al canale ufficiale della federazione slovacca. Di seguito l’intervista riportata da calciomercato.com:

“È vero che mi trasferirò dalla Spagna alla Serie A, ma andrò in un club di qualità superiore, che ha obiettivi più importanti. E’ un passo avanti per me”.

Il Napoli.
“Sono al settimo cielo, perchè vado in un club con una grande storia e grandi tifosi. Qui la gente percepisce il calcio come una religione, cosa abbastanza diversa dalla Spagna. Inoltre, il Napoli partecipa ogni anno a competizioni europee e da questo punto di vista, lo vedo come un passo importante in avanti per la mia carriera”.

Il fatto che qui abbia giocato Hamsik, ha influito?
“Marek è considerato un dio, non solo qui, ma anche in tutto il resto d’Italia. Ecco perché sono felice di arrivare nel suo ex club. Per ogni slovacco che viene in Italia o direttamente a Napoli, è bello vedere che Marek abbia reso il calcio slovacco un’eccellenza. Ci siamo scritti, mi ha dato molte informazioni sul club. Che cosa mi ha detto? Mi ha consigliato di essere me stesso. Dovrò lavorare e mostrare chi sono. Abbiamo anche parlato della vita privata”.

In Serie A trova anche Skriniar:
“Non vedo l’ora di sfidarlo. Sarà qualcosa di nuovo per me. Skriniar si è congratulato con me per essere andato in un grande club e, secondo lui, ho fatto un passo in avanti nella mia carriera”.

Napoli Lobotka Quali sono i tuoi obiettivi?
“Cercherò di conquistare un posto da titolare, anche se so che non sarà facile. Ci sono grandi giocatori qui, quindi devo lavorare sodo. Proverò a mostrare tutto me stesso. Ho una motivazione in più che è mia figlia Linduška”.

Quest’anno ci sono gli Europei.
“Ho parlato del trasferimento con l’allenatore della Slovacchia Hapal? Sì, ero in contatto con l’allenatore. Ha anche detto che stavo facendo un grande passo, che stavo andando in un buon club e che poteva aiutare in vista della nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read